lunedì 14 dicembre 2015

I PRINCIPI DEL NUOVO INSEGNAMENTO BEINSA DOUNO

I principi del Nuovo Insegnamento

Alla base del suo insegnamento, il Maestro pone le cinque virtù principali: Amore, Saggezza, Verità, Giustizia e Bene. Esse lavorano nella coscienza di ogni persona come energie cosmiche. A livello cosciente o meno, questo processo è importante per ogni individuo umano. Per comprendere i cinque principi i quali base della vita, si devono sviluppare quei centri cerebrali che sono i loro conduttori. Se l'uomo ha creato in sé un sistema di valori morali, allora prenderà coscienza della propria vita, capirà che l’unico suo obiettivo è la perfezione dell’anima.
I cinque principi considerati in una figura geometrica formano il Pentagramma, ovvero una figura che simboleggia l’uomo in movimento, l’uomo che cammina sulla strada della perfezione.

Amore

“L’intero Cosmo nella sua pienezza, l’intero mondo fisico è Amore manifestato, materializzato. L’Amore contiene in sé tutte le condizioni, tutti i metodi, tutte le opportunità attraverso le quali l’anima umana si può sviluppare nella sua completezza. E' una manifestazione collettiva di tutti gli esseri ragionevoli che hanno terminato il loro sviluppo e sono divenuti uno con Dio. Nella persona umana, l’Amore agisce come un’aspirazione nel cuore, come un sentimento nell’anima, come una forza nella mente e come un principio nello spirito. Ora l’Amore entra nel mondo come principio.”

Saggezza

“La Saggezza è un mondo in cui da tempi immemorabili si cela tutto ciò che Dio ha creato, tutto ciò che gli spiriti elevati hanno creato e tutto ciò che l’uomo ha creato sulla Terra. E' la luce dello spazio illimitato che non si spegne mai. Attraverso la Saggezza Dio ha creato l’Universo. La via della Saggezza è la più difficile. È la strada dei Maestri. Quando la Saggezza nasce nell’anima umana, ogni cosa nella mente dell’uomo va al proprio posto. Tutte le idee diventano chiare, ben determinate e l’uomo si armonizza.”

Verità

La Verità sottintende ciò che è Superiore nell’uomo. Attraverso la Verità l’uomo può uscire dai vincoli della vita temporanea della morte ed entrare nell’eterna libertà. E' un mondo di bellezza indescrivibile, dove le cose sono strettamente determinate. La Verità non sopporta l’ignoranza, la debolezza e l’impurità. Chi vuole essere perfetto, vada verso la Verità. La Verità parla tramite i Soli, il suo obiettivo è grande e lontano. È lì, dove le cose diventano chiare. Il mondo è il risultato della Verità. Contiene in sé il principio e la fine delle cose. È la manifestazione del Dio Unico, che crea le condizioni in cui lo spirito umano e l’anima umana possono svilupparsi per aspirare a qualcosa di più buono e di più chiaro in questo mondo illimitato.”

Giustizia

La Giustizia è un grande processo interiore di distribuzione di tutti i beni divini. Essa crea le vere relazioni tra le anime umane. Per acquisire la perfezione, l’uomo deve porre la Giustizia di Dio come scopo primario nella sua vita. È la base su cui l’Amore si manifesta; la parte fisica dell’Amore è la Giustizia. Senza quest’ultima non può esservi crescita. Quando verrà applicata come principio, apparirà il vero rispetto che devono avere le persone tra di loro.”

Bene

Il Bene è la base della vita. È un processo creativo, una sorgente che scorre sempre. Il vero Bene porta in sé vita, luce e libertà. È la prima relazione nella Vita. Senza di esso non si può acquisire conoscenza. Il Bene è una condizione necessaria per la perfezione dell’uomo. È un sentiero per ritrovare l’Amore di Dio.



CONDIVISO DA http://nellanostraanima.blogspot.it/p/beinsa-douno.html

Nessun commento:

Posta un commento

PERCHE' LA VITA E' COSI' PIENA DI PROVE?

<Perché la vita è così piena di prove?> Attraverso le prove noi impariamo le lezioni della vita. Le prove non sono fatte per di...