venerdì 21 settembre 2018

LA RICETTA DELLA PACE.....


LA RICETTA DELLA PACE

Anonimo ritrovato nell'antica chiesa di S. Paolo a Baltimora - A.D. 1692 

Passa tranquillamente tra il rumore e la fretta e ricorda quanta pace può esserci nel silenzio. Finché è possibile, senza doverti abbassare, sii in buoni rapporti con tutte le persone. Dì la verità con calma e chiarezza; e ascolta gli altri, anche i noiosi e gli ignoranti: anche loro hanno una storia da raccontare. Evita le persone volgari e aggressive: esse opprimono lo spirito. Se ti paragoni agli altri, corri il rischio di far crescere in te orgoglio e acredine, perché ci saranno sempre persone più in basso o più in alto di te. Gioisci dei tuoi risultati così come dei tuoi progetti. Conserva l'interesse per il tuo lavoro, per quanto umile; è ciò che realmente possiedi per cambiare le sorti del tempo. Sii prudente nei tuoi affari, perché il mondo è pieno di tranelli. Ma ciò non accechi la tua capacità di distinguere la virtù; molte persone lottano per grandi ideali, e dovunque la vita è piena di eroismo. Sii te stesso. Soprattutto non fingere negli affetti e neppure sii cinico riguardo all'amore; poiché, a dispetto di tutte le aridità e disillusioni, esso è perenne come l'erba. Accetta benevolmente gli ammaestramenti che derivano dall'età, lasciando con un sorriso sereno le cose della giovinezza. Coltiva la forza dello spirito per difenderti contro l'improvvisa sfortuna. Ma non tormentarti con l'immaginazione. Molte paure nascono dalla stanchezza e dalla solitudine. Al di là di una disciplina morale, sii tranquillo con te stesso. Tu sei figlio dell'universo, non meno degli alberi e delle stelle; tu hai diritto ad essere qui. E, che ti sia chiaro o no, non vi è dubbio che l'universo ti si stia schiudendo come dovrebbe. Perciò sii in pace con Dio, comunque tu lo concepisca, e, qualunque siano le tue lotte e le tue aspirazioni, conserva la pace con la tua anima, pur nella rumorosa confusione della vita. Con tutti i suoi inganni, i lavori ingrati e i sogni infranti, è ancora un mondo stupendo. Fai attenzione. Cerca di essere felice. http://www.narayanainstitute.it/la_ricetta_della_pace.htm

IL BAGAGLIO SPIRITUALE.......

Ognuno di voi ha il suo piccolo bagaglio spirituale. Questo bagaglio è composto da cose buone che lo aiuteranno a progredire e da cose meno buone che dovrà superare.
Ma questo bagaglio spirituale è sacro e riguarda la vostra persona, ha a che fare con la vostra costituzione spirituale.
Ognuno di voi in questa vita si dovrà confrontare con la sua costituzione spirituale, si cimenterà nel compiere azioni utili a bruciare il karma rimasto e ad eliminare blocchi energetici che lo tengono fermo. Guarderà bene i segnali, distinguerà le illusioni dalla parte veritiera che è racchiusa nel suo percorso.
Ogni passo che compirete vi porta al raggiungimento della vostra evoluzione spirituale. Quando sarete a buon punto, non ci saranno più molti interventi al di fuori di voi stessi e del vostro Maestro Interiore per aiutarvi ad evolvere.
Avrete già tutto quello di cui necessiterete.
Infatti, se fate attenzione e se guardate dentro di voi, scoprirete passo dopo passo la vostra missione, la comprenderete e la porterete in atto.
Ora i tempi sono veloci e sono volti ad aiutarvi ad arrivare al risveglio.
Questo è un periodo magico perché le dimensioni si intersecano, si interscambiano e i più sensibili ne avvertiranno la possibilità di interazione.
Per questo è necessario agire sempre con molta cautela e cercare di raggiungere un certo equilibrio fra corpo, mente e spirito.
Portate dunque il vostro anelito spirituale al quotidiano, vivete pienamente la vita ed indirizzatela verso la luce.
Seguite nel vostro cuore l’esempio dei vostri Maestri, imparate a conoscerli meglio e chiedete loro suggerimenti per portare avanti la vostra Via personale. Questo è il momento propizio, sappiate che la luce di Dio splenderà sempre di più nell’umana dimensione. Accoglietela in voi e crescete. Con amore, Emmanuel
Messaggio che Emmanuel ha donato a Stazione Celeste



mercoledì 19 settembre 2018

L’ALDILA’ : IL PRIMO APPROCCIO CON LA RINASCITA


L’ALDILA’ : IL PRIMO APPROCCIO CON LA RINASCITA



Questo messaggio serve per dare una parola di conforto a chi perde una persona cara, con la morte nulla è perduto, si cambia solo il proprio vestito, ci svestiamo della materia biologica liberando la materia prima – il corpo della vita eterna.
Il nostro corpo è utile per la vita terrena e per la nostra evoluzione sulla Terra, con la morte l’uomo lascia il corpo e subito rinasce a nuova vita, risorge.
Appena dopo la morte l’individuo vede il suo corpo e cerca di rianimarlo, perché non riesce a capire cosa sia successo ma poi percepisce il suo spirito che gli dice – IO SONO VIVO, VEDO TUTTO MA IL MIO CORPO NON PUO ‘ PIU’ MUOVERSI.
Poi gli angeli gli parlano, gli fanno capire che non è solo e gli spiegano che il corpo che non c’è più, che l’esperienza di vita terrena è finita e che una nuova vita lo aspetta, nuovi mondi, nuove conoscenze , nuovi aspetti.
Guardandosi intorno l’uomo nota che non è solo ma che è circondato da angeli che lo avvolgono d’amore, gli danno la forza e sorridendo gli indicano la strada per giungere al tunnel.
Infatti gli angeli hanno il compito di assistere alla rinascita ed è proprio quando il corpo terreno è tumulato che l’essenza sale verso la luce e viene pervasa da una immensa pace godendo della vista di luoghi che mai avrebbe potuto immaginare
I raggi del sole danzano intorno all’essere trasmettendogli tutto l’amore, tutto il calore e la serenità che c’è oltre alla vita.
Quando l’essere giunge nel luogo in cui gli è possibile incontrare tutti i proprio cari, che prima di lui hanno lasciato il mondo terreno , li abbraccia e tutti insieme guardano giù vedendo la disperazione dei proprio familiari.
Vorrebbero tornare indietro per rincuorare tutto e dire loro….ma io sono qui, non sono lontano, vi tocco, vi accarezzo , vi parlo, ci divide solo una barriera, quella del corpo biologico, l’essere è sempre vicino e non ti lascia mai……..
La vita sulla Terra dura solo un attimo, è solo un passaggio, una dimora temporanea, necessaria per l’evoluzione dell’essere.
Dal momento del trapasso l’essere con il nuovo corpo è fuori spazio e fuori tempo, non ha le particelle della gravità e ha dunque bisogno dell’energia dell’uomo che vive sulla Terra. Lo spirito attinge energia dall’amore dei propri cari quel calore grande che Dio ha donato all’uomo come seme che sboccia giorno dopo giorno. L’amore è la cosa più bella che l’essere percepisce durante e dopo il trapasso.
Tanti giovani che giungono aldilà della vita terrena, consapevoli che del loro cammino intercorro per fatalità rimangono vicini ai loro genitori, toccano le loro cose e cercano di mettersi in contatto con loro. Lo stesso avviene quando sono la madre o il padre a giungere all’aldilà. Tutto questo può avvenire perché quando il corpo biologico non c’è più, lo spirito e l’anima sono sempre vicini alla vostra vita, lo spazio e il tempo che ci dividono non pesano troppo sul tempo che trascorre.
Quando si perde una persona cara , in particolar modo un figlio , siamo pervasi dal dolore fisico, dal dolore causato da una lunga malattia e da tante sofferenze, ma il dolore più grande è sentirne la mancanza e non percepire il contatto fisico, non possiamo più stringerlo tra le braccia e dargli il nostro amore. E se dopo un’esperienza del genere non si perde la fede, comprendiamo che c’è un filo che ci lega al mistero della vita, un filo eterno che non si rompe mai ed è proprio attraverso quel filo che possiamo sentire il calore, l’amore ed anche ricevere un messaggio che il figlio trasmette dall’aldilà-
La vita intorno a noi continua come se non fosse accaduto nulla ed è solo quel filo a tenerci legati attraverso il tempo e persino attraverso lo spazio dove il nostro caro ora vive e viceversa.


Tratto dal libro UNA VOCE MI GIUNSE DAL COSMO 2 OLTRE LA VITA DI ELENA BERARDIIL PRIMO APPROCCIO CON L’ALDILA’ : LA RINASCITA

PER LA FESTA DEGLI ARCANGELI. SAN MICHELE

Il potere dell’Arcangelo Michele è il combattimento contro il male,cosa che lo ha reso amatissimo da donne e uomini di ogni tempo. Il combattimento contro il male,in ogni maniera si manifesti .è davvero ciò che a tutti noi sta a cuore. Nel brano dell’apocalisse la lotta di Michele si manifesta nella forma del combattimento contro il dragone che insidia la donna gravida:Michele lotta affinché Cristo possa nascere .E in questo abbiamo anche il senso più profondo del mistero Angelico nel nuovo testamento: Gli angeli lottano con noi e per noi,affinché possa nascere in ciascuno e nel mondo il Salvatore del mondo.

GLI ANGELI LOTTANO CON NOI,PER LA VITA DI DIO.
La devozione a San Michele arcangelo è una delle più diffuse:egli è il protettore di tutti i coloro che si trovano in situazioni disperate,perché egli ha combattuto il Dragone,il nemico di Dio e conosce bene cosa significhi lottare con il male.
Nel giorno a lui dedicato ricordiamo tutti noi di recitare una preghiera in suo onore.
Puoi farlo con questo atto di consacrazione che inserisco qui di seguito
PRINCIPE NOBILISSIMO DELLE ANGELICHE GERARCHIE,
VALOROSO GUERRIERO DELL’ALTISSIMO,AMOTORE ZELANTE DELLA GLORIA DEL SIGNORE,TERRORE DEGLI ANGELI RIBELLI,AMORE E DELIZIA DI TUTTI GLI ANGELI GIUSTI,MIO DILETTISSIMO ARCANGELO SAN MICHELE,DESIDERANDO IO DI ESSERE NEL NUMERO DEI TUOI DEVOTI E DEI TUOI SERVIZI,A TE OGGI PER TALE MI OFFRO,
MI DONO E MI CONSASCRO.
PONGO ME STESSO,LA MIA FAMIGLIA E QUANTO A ME APPARTIENE SOTTO LA TUA POTENTISSIMA PROTEZIONE.
E’ PICCOLA L’OFFERTA DELLA MIA SERVITU’ ESSENDO IO UN MISARABILE PECCATORE,MA TU GRADISCI L’OFFERTA DEL MIO CUORE.
RICORDATI CHE SE DA OGGI IN AVANTI SONO SOTTO IL TUO PATROCINIO,TU DEVI IN TUTTA LA VITA ASSISTERMI,PROCURARMI IL PERDONO DEI MIEI MOLTI E GRAVI PECCATI,LA GRAZIA DI AMARE DI CUORE IL MIO DIO,IL MIO CARO SALVATORE GESU’ E LA MIA DOLCE MADRE MARIA.
DIFENDIMI SEMPRE DAI NEMICI DELL’ANIMA MIA ,SPECIALMENTE NEL PUNTO ESTREMO DELLA MIA VITA. VIENI ALLORA,O PRINCIPE GLORIOSSISSIMO,E ASSISTIMI NELL’ULTIMA LOTTA. E CON LA TUA ARMA POTENTE RSPINGI LONTANO DA ME NEGLI ABBISSI DELL’INFERNO ,QUEL’ANGELO PREVARICATORE E SUPERBO,
CHE POSTRASTI UN DI’ NEL COMBATTIMENTO IN CIELO
AMEN
.




CONDIVISO DA http://guide.supereva.it/angeli/interventi/2005/09/226119.shtml

martedì 18 settembre 2018

DIO NON HA ORARI DI UFFICIO....EMMET FOX



Dio non ha "orari di ufficio". Non esiste un momento della giornata nel quale non sia

disponibile. Dio è sempre pronto ad ascoltare, guarire e ispirare, giorno e notte, estate e
inverno. Non è possibile rivolgersi a Dio in preghiera senza ricevere aiuto. Non è possibile
trovarsi in un luogo dove Dio non sia presente, attivo e disponibile a liberarti dalle difficoltà.
Tutto ciò che devi fare, è rivolgerti a Lui con tutto il cuore e aspettarti che agisca. Se non lo
fai con tutto il cuore, ossia se non lo fai con il sentimento che pregare serva realmente,
oppure se solo pensi "male non fa"; difficilmente puoi aspettarti risultati. Se ti rivolgi a Dio
senza tensione e veemenza, ma in modo calmo e persistente, i risultati arriveranno. Più
grande è l'emergenza, più facile sarà la dimostrazione, ma devi rivolgerti a Dio con tutto il
cuore. L'uomo che ha la mente divisa è instabile in tutto. La più potente delle preghiere è
"sii immobile e sappi che io sono Dio". EMMET FOX

lunedì 17 settembre 2018

I CRISTALLI: COME CREARE I "MAGNETI" PER ATTIRARE I RAGGI COSMICI



I CRISTALLI: COME CREARE I "MAGNETI" PER ATTIRARE I RAGGI COSMICI

I cristalli di per se sono dei "magneti" naturali che attirano i raggi cosmici. Ma possiamo aumentare la loro forza magnetica preparando un "cristallo magnetico".
Tale magnete fatto da voi sarà il vostro personale talismano.


- Vi proteggerà dagli ospiti sgraditi astrali e dai vampiri energetici: per la casa basterebbe avere un grande cristallo-magnete in ogni stanza. Potete anche proteggere il giardino sotterrando poco profondo un cristallo in ogni angolo e al centro del terreno.
- Aumenterà le vostre vibrazioni, stabilizzerà le emozioni, tratterrà le emozioni negative.
- Portati come orecchini, chiariranno i pensieri, miglioreranno la memoria, proteggeranno il cervello e gli organi del senso.
- Aumenterà le capacità extrasensoriali, aiuterà ad entrare in uno stato meditativo, armonizzerà i chakra.

Per creare il magnete del raggio cosmico della SAGGEZZA:
- malachite, azzurrite, crisocolla, rame, oro, turchese.

Per creare il magnete del raggio cosmico della FORZA:
- cristallo di rocca, ametista, calcite, azzurrite, fluorite, rodonite, apatite.

Per attirare dal Cosmo il raggio dell'AMORE:
- alluminio, argento, amazzonite, pietra della luna, celestine, berillo, acquamarina.

La tecnica.
1. Lavate bene il cristallo sotto l'acqua corrente, meglio naturale, fate asciugare e mettetelo per 2 ore sull'erba o sulla neve, al sole, per farlo prendere l'energia della Terra e del Sole.

2. Preparate il posto per conservarlo durante il trattamento (21 giorni), al quale nessun altro deve avere l'accesso.

3. Scegliete il posto e l'ora quando non sarete disturbati.

4. Metettevi i vestiti puliti, lavatevi le mani, sedetevi comodamente, concentratevi sulle vibrazioni del cristallo.

5. Chiudete gli occhi ed immaginate la stella con i raggi della quale volete caricare il futuro magnete. Immaginate lo sfondo nero e le stelle.

6. Immaginate di tenere tra le mani non un cristallo ma un VASO fatto di questo minerale. Toccate la stella con una mano e prendete dalla stella un filo luminoso di colore del VOSTRO RAGGIO COSMICO (NB: sui raggi dell'anima consiglio di leggere il libro "Cromologia oppure a consultare questo sito che è molto sensato ed interessante: www.cromologia.it).
Avvolgete il vaso con questo raggio, a partire da sotto. Avete così aperto il canale con il Cosmo e con le stelle.

7. Immaginate che il filo diventa molto spesso, come una fune che collega il vostro cristallo-magnete con il cosmo. La fune è cava dentro, e vi fornisce l'energia del RAGGIO EVOLUTIVO CHE AVETE SCELTO.
Il raggio dell'Amore: viola, rosso acceso-rosa, rosso, arancione, dorato;
Il raggio della Saggezza: verde, turchese, verde-azzurro, azzurro, blu, indaco
Il raggio della Volontà (Forza): indaco-viola, viola, argento-bianco, perla-azzurro, blu-viola.

Questa energia riempie il vaso ed emana la luce attorno il cristallo e le vostre mani.

8. Continuate ad osservare il flusso dell'energia cosmica, vedetela traboccare. Sentite come si scalda l'oggetto nelle vostre mani, come vibra. Pronunciate 3 volte il vostro obiettivo:
- per la Protezione
- per la Salute
- per la Serenità
- per la Pace in famiglia
- per l'Amore
- ecc.
Non più di 2 obiettivi per ciascun magnete!

9. Ringraziate la stella per aver riempito il vaso: "Ti ringrazio, la stessa - fonte. Ti ringrazio, l'energia della volontà per il tuo lavoro.

10. Fate 3 respiri profondi.

Fate così per 21 giorni, nelle ore per voi comode. Trascorsi 21 giorni, potete mostrare il magnete agli altri e permettere di toccarlo, prima no.
Potete preparare i cristalli anche per la protezione di un'altra persona (prendete la foto della persona, pronunciate il suo nome durante il rito).

Daria Sibirskaya

domenica 16 settembre 2018

LA NOSTALGIA........


Ti capita mai, soprattutto la sera, di avvertire un senso di nostalgia di qualcosa di vago che ti sembra non conoscere? In realtà la tua anima sa, ma tu non ricordi.
E’ un senso struggente di qualcosa che non comprendi, che ti manca e che però hai già conosciuto.
Ma questa nostalgia che tu provi non ti dà tristezza, bensì pace.
Se entri con tutto te stesso in questa nostalgia senti che in realtà essa è come un velo che si dipana man mano che la sfiori con l’anima e ti dona una grande senso di appagamento. Comprendi allora che è qualcosa che hai vissuto e che il tuo spirito sta vivendo ora in una dimensione più elevata.
E’ la presenza del tuo Sé Divino che deriva direttamente dalla Fonte che ti sta chiamando oltre il velo di questa intensa nostalgia. Non c’è gioia più vera, più serena del percepire in te questa amata Presenza.
Ecco, questo è un dono prezioso che tutti voi avete, ma che i più sensibili avvertono in modo chiaro e che sempre più impareranno a decifrarlo.
E’ importante che proviate ad immergervi in questo lieve ma intenso sentire. Ciò vi rende sacri e grandi ai nostri occhi. E, soprattutto, è un modo, una Via per imparare a percepire la presenza della Fonte- Dio in voi.
Pace, pace a voi. Emmanuel

LA RICETTA DELLA PACE.....

LA RICETTA DELLA PACE Anonimo ritrovato nell'antica chiesa di S. Paolo a Baltimora - A.D. 1692  Passa tranquillamente tra il rumore...