domenica 25 febbraio 2018

PREGHIERA ALL'ARCANGELO MICHELE.......



Preghiera all’Arcangelo Michele

Ho pregato per molto tempo e ora più che mai mi apro alla presenza dell’Arcangelo Michele.

Chiedo aiuto, chiedo l’intervento del grande soccorritore, il primo di tutti, il primo che sa accogliere interamente la voce mia di grande subbuglio e bisogno di aiuto.

Sono nel mio compito qui sulla terra molto confuso e disorientato, chiedo per questo l’intervento dell’Arcangelo affinché mi possa aiutare nel mio Essere in armonia con me stesso e tutto l’Universo.

Amo, Amo tanto me stesso al punto di non volermi più far del male.

Accetto di essere aiutato, perché la mia consapevolezza di uomo riconosce il proprio limite.

Amami ed io sarò salvato e redento al mio Essere di Uomo a Dio.

Grazie.

Tratto dal libro “Iniziazione alle Energie degli Arcangeli”

https://www.ilgiardinodeilibri.it/libri/__iniziazione-alle-energie-degli-arcangeli.php



CONDIVISO DA http://angeliradianti.com/preghiera-allarcangelo-michael/

sabato 24 febbraio 2018

ENERGIE DIVINE...Aïvanhov




Energie divine - preparare loro dei canali affinché possano circolare


Per convogliare l'acqua si scavano canali... Per illuminare la propria casa si installa un circuito elettrico... Per ricevere i programmi radio o televisivi occorrono apparecchiature contenenti, a loro volta, dei circuiti che trasmettono il suono o l'immagine.

 Perché questi esempi? Per farvi capire che anche l'essere umano deve imprimere, scavare qualcosa in se stesso, dei circuiti, dei canali, per poter captare e far circolare le energie divine.

 Come si può pensare che la saggezza di Dio, il Suo amore e la Sua volontà possano trovare una strada in lui, se egli non ha previsto niente, se non ha predisposto niente per riceverli? 

Quella strada viene scavata mediante certe azioni, ma ovviamente anche con i pensieri e i sentimenti che preparano quelle azioni. Se niente è stato predisposto, le energie divine che circolano nello spazio non scorreranno in lui, ma andranno altrove.

Maestro Omraam Mikhaël 
Aïvanhov


venerdì 23 febbraio 2018

FA FREDDO? ECCO COME PUOI SCALDARTI






Ci sono dei consigli ben noti, come:
- vestirsi a secondO del tempo, muoversi, saltarellare, o bere delle bevande calde (ma non in casa - al freddo, fuori! ), mangiare cibo sufficientemente calorico...


Alcuni russi (specialisti del freddo) consigliano delle tecniche di riscaldamento alquanto insolite:

1. Provate a ripetere la sillaba RA, a voce alta, ma non solo RA... occorre dire RRRRRAAA... Questa sillaba accresce l'energia del corpo (secondo alcuni, viene dall'Antico Egitto - dove il sole Ra era Dio).

2. Trattenete il respiro espirando l'aria. Inspirate e non espirate finché non sentirete il calore nella panca o nei polmoni. Se continuate a fare regolarmente questo esercizio (10-20 volte al giorno), dopo alcune settimane la termoregolazione dell'organismo cambia notevolmente e una persona quasi smette di sentire il freddo, e inizia a vestirsi con molto meno vestiti.

3. La tecnica più efficace, ma anche la più difficile: visualizzatevi fatti DI FUOCO. Con pazienza e molta immaginazione è possibile richiamare, a richiesta, una sensazione di caldo. E, viceversa, d'estate calda è sufficiente sentirsi fatti DI GHIACCIO
.

IMMAGINE DAL WEB

CONDIVISO DALLA PAGINA FB


giovedì 22 febbraio 2018

CHIEDETE CHE LA LUCE SI ESPANDA.......



Chiedete che la luce si espanda. La via è aperta nel bene a tutti e tutto sarà molto più chiaro.
La parte della specie umana che è nell’ombra avrà un’ulteriore opportunità. Noi lavoriamo con coloro che si esprimono nel bene. Ci sarà una nuova rinascita e ci saranno sempre più contatti.
Si è partiti dal singolo individuo e si porta il messaggio a più gruppi, che sia chiaro un mantra, una frase da recitare:

Io sono luce appartengo alla luce ed espando luce.


Pronunciato con certezza e sicurezza alza la vibrazione e allontana la negatività. Che sia pronunciato il più possibile a voce alta e con grande sicurezza e amore. La luce si espanderà in modo repentino.

L’atteggiamento positivo vi apre molte strade e vi porta più velocemente alla meta. Quindi, se credete in quello che fate e lo fate con amore, tutto diviene valido ed importante perché voi ci credete e perché ci mettete tutta la vostra buona energia. I miracoli si compiono così.

Con amore a te che leggi, Emmanuel

mercoledì 21 febbraio 2018

SPAZIO - TEMPO



Fratelli, in questi giorni siamo nel vostro spazio e nel vostro tempo e anche se i nostri corpi non ci permettono di vivere nella vostra gravità il nostro progresso tecnologico ci ha permesso di costruire dei mezzi in grado di raggiungere la Terra.

Con la nostra mente dotata di sensi superiori possiamo proiettarci e parlare con voi terrestri dotati di cellule particolare in grado di percepire la telepatia. Il messaggio che vi inviamo è: non siete soli, noi fratelli di altri pianeti siamo sempre pronti per aiutare tutti coloro che chiedono aiuto e che credono in noi, nella nostra costante presenza per aiutarvi ad affrontare i momenti bui di questi periodi.

Anche le grandi potenze hanno capito che il pianeta sta crollando, che ha bisogno di protezione, certo quello che è stato fatto nel secolo passato non può guarire in poco tempo ma è importante aver capito e cercare insieme una via d’uscita. Non sara facile perchè non è solo i grandi che devono collaborare ma ogni singola persona. Sulla terra non esiste il potere, il potere è nel volere di Dio, Egli è l’onnipotente, è il padrone del creato e il suo potere lo ha distribuito in ogni uomo, ogni essere ha il potere su se stesso ed è il padrone assoluto del suo corpo che impera, col suo spirito, per portare alla mente dell’uomo la conoscenza e il sapere
.
Dovete giungere alla conoscenza che gli uomini sono tutti uguali, creati con la stessa forza e volontà, siete esseri perfetti fatti di Essenza Divina creata da Dio per dare forma e immortalità ad ogni essere, l’essenza vive e vibra in ogni corpo biologico e porta la mente al seme della sapienza per portare a termine il cammino che ogni uomo ha scelto per crescere e per maturare.

Dovete capite che la materia prima dell’uomo cioè lo spirito fa parte dell’universo, della continuità della vita, dell’immortalità Noi siamo fratelli che vivono già nell’eternità, nel tutto, nella grande ricchezza del creato, noi viviamo nella gioia del potere e volere di Dio e questo ci dà la forza e la speranza per esservi sempre vicini e proteggervi.

NOEMI

IL GATTO NERO...FAMIGLIO E COMPAGNO DELLE STREGHE.....







La storia è costellata di leggende ed episodi che confermano il forte potere simbolico del gatto nero. Questi animali si crede siano esseri provenienti da un reame oscuro alla nostra dimensione spazio temporale, che le streghe chiamavano reame fatato. I gatti neri sono famigli che in genere aiutano le persone in difficoltà oppure hanno una mancanza. Il famiglio gatto nero offre in generale una conoscenza sull’uso delle erbe o la capacità di usare incantesimi. Per poter usufruire del dono la strega doveva prendersi cura del famiglio.

Gli animali considerati magici dalle streghe erano il rospo, la Civetta, il coniglio, il gatto nero è il caprone. Questi ultimi eredità di un antico culto pagano. Il gatto nero che nell’antico Egitto era considerato sacro alla dea Bastet, ne riconosceva a tal punto la superiorità dedicata a questo animale a pieno titolo di guardiano dei morti è divinità. Nella cultura norrena i gatti bianchi e grigi erano sacri alla Dea Freya.

Le loro capacità di avvertire calamità naturali o di vedere ” presenze ” naturali immateriali, il loro dilatarsi delle pupille li mette in relazione con la luna, l’astro della magia sacro alle streghe. Nell’antica tradizione della stregoneria le streghe portavano con loro i gatti verso il Sabbat, dai loro comportamenti si traevano auspici è previsioni, mentre il loro pelo era usato come ingrediente magico per incantesimi molto potenti, il passo del ( silenzio ).

Per poter entrare in contatto con questo meraviglioso famiglio bisogna fare molta meditazione, visualizzandolo oppure in astrale. Vi farà da guida è avrà molto da insegnarvi, Se lo guardate negli occhi e andate da lui con un cuore aperto, il Gatto nero può diventare il vostro portale verso l’essenza della vita. Allora vi potrà mostrare la meraviglia dei meandri tra le stelle, i portali verso le altre dimensioni, e l’esistenza magica che gli esseri umani hanno dimenticato.

— Arconte

ESERCIZIO PSICOLOGICO DI RESURREZIONE


Ogni volta che ti senti svogliato, debole, senza forze, sul punto di cadere, basta che ti rilassi, mediti e ti colleghi mentalmente con la vitalità della “Vita Una”, appropriandoti di essa in prima persona. Senti che tutta la “Vita Una”, che non conosce morte, è dentro di te, è tua ora, ti ravviva, ti fa risorgere, ti dà entusiasmo, voglia di vivere. Dì con convinzione: “IO SONO LA RESURREZIONE E LA VITA”.

SALUTE
La “Vita Una”, è vitale, non è morte, né malattia, perché essere malato è come essere vivo a metà. Questa vitalità universale può essere mentalizzata e chiamata a convergere nel corpo intero o verso un organo, con la possibilità di trasformare la malattia in salute.

Ci sono innumerevoli esempi di guarigione mediante il potere mentale, la preghiera, il decreto e la fede, con tecniche utilizzate da eminenti mentalisti: Mary Baker Eddy, attraverso la “Scienza-Salute” o Charles Fillmore e Emmet Fox, per mezzo della “Unity”. Essi hanno raggiunto spesso risultati eccellenti, ma a volte non hanno avuto il successo sperato.

Va sempre evitato un atteggiamento fanatico, come quello delle persone che confidano in una guarigione mediante la preghiera e smettono di andare dal medico e di prendere farmaci allopatici. Questo è un grave errore. Chi utilizza i mezzi di guarigione mentale deve sempre seguire le linee guida della medicina allopatica fino al momento in cui la guarigione viene clinicamente accertata. Per approfondire il successo o il fallimento delle tecniche di guarigione mentale dobbiamo cercare le cause della malattia e trovarne le possibili soluzioni.

COMPONENTI DELLA GUARIGIONE MENTALE
1) Non accettare la malattia mentalmente.
2) Non avere comportamenti negativi e distruttivi.
3) Non somatizzare.
4) Non mangiare carne, sale, zuccheri, grassi saturi e farina raffinata.
Prendendo in considerazione questi fattori e applicando questi suggerementi, si può passare al fattore psicologico. Pensa alla “Vita Una” come vitalità che produce solamente salute; togli importanza alla malattia e non accettarla. Il modo migliore per pulire l’inconscio da qualsiasi malattia è rifiutarla, dicendo: “Ti tolgo potere. Io Sono Salute”. Se si desidera arrivare alla guarigione mediante questa via, ci si deve aggrappare a questo principio senza indugio: “La ‘Vita Una’, che non ha alcun tipo di malattia, malessere o stanchezza, mi rivitalizza e mi guarisce ora”. Si possono utilizzare queste tecniche affiancandole alla medicina tradizionale allopatica o, se si vuole, alla medicina alternativa, molto in voga ultimamente.

Ogni volta che vedi malattie, riconosci l’Aspetto della “Vita Una”, come Salute e Guarigione. Di fronte a ogni malattia, è meraviglioso ripetere costantemente: “La ‘Vita Una’ è guarigione”.




TRATTO DAL LIBRO PSICOLOGIA DEI SETTE RAGGI DI RUBEN CEDENO

PREGHIERA ALL'ARCANGELO MICHELE.......

Preghiera all’Arcangelo Michele Ho pregato per molto tempo e ora più che mai mi apro alla presenza dell’Arcangelo Michele. Chiedo aiuto, chi...