martedì 20 novembre 2018

PERCHE' DOBBIAMO ELEVARE LA NOSTRA FREQUENZA E COSA SIGNIFICA ESATTAMENTE?

Perché dobbiamo elevare la nostra frequenza e cosa significa esattamente?

L’universo viaggia parallelo e in sintonia con tutte le galassie le quali sono in sintonia con i sistemi solari e quindi con i pianeti. Il cuore dell'intero universo è posto al centro del creato e batte gli attimi col centro delle galassie, le quali battono in sintonia con il cuore dei pianeti.
Ma chi o che cosa regola nell'universo questo processo? 
E' il seme dell'amore che crescendo governa la sintonia di tutto l'intero universo. L'uomo sulla terra viaggia parallelo con tutti i fratelli che hanno lasciato il proprio corpo biologico per iniziare una nuova vita in una nuova realtà.
Fate crescere l'amore dentro di voi e il pianeta terra sarà in sintonia con l'universo.
Noemi

domenica 18 novembre 2018

I NUOVI PORTALI.......

Miei amati in questi giorni del vostro tempo terreno si sono attivati nuovi portali. Due dimensioni si sono avvicinate scambiandosi amore vicendevole. D'ora in poi i momenti in cui le due dimensioni si avvicinano saranno sempre più frequenti e questo grazie alla vostra maggior comprensione dell'energia e di come lavora ed anche grazie alla vostra crescita. L'umanità intesa come un unico Essere sta crescendo e sta acquistando consapevolezza. A volte non lo comprendete perché vedete il buio che ancora esiste. Ma sappiate che presto ci saranno altre nuove luci che illumineranno questo buio trasformandolo in luce. E' importante comprendere come lavora l'energia. Essa lascia sempre una traccia quando si manifesta, quando vi sfiora con le sue vibrazioni di amore intelligente. E, se sentite il suo tocco, ecco che rispondete al suo pulsare. La maggior parte di voi che leggete sa rispondere con amore e discernimento, cioè comprende che l'Energia Nuova alita in questo nuovo mondo, è veloce e foriera di nuove opportunità ed insegnamenti. Solo una piccola parte ne ha timore, ma questo avviene solamente perché ancora non conosce bene o non ha esercitato il suo sentire. Insomma il futuro per voi che siete nel cammino (e che è già qui perché il tempo in realtà non esiste), il futuro è ricco di opportunità per crescere, per comprendere, per esercitare il vostro sentire e per avvicinarvi quindi al pensiero che il vostro Sè Superiore ha di voi e per voi.
Non temete più, allora, ma datevi da fare per costruire una civiltà fondata sull'amore.
Pace e amore a voi Emmanuel.


https://www.facebook.com/Emmanuel-la-via-del-Risveglio-384131065105594/

venerdì 16 novembre 2018

MONIQUE MATHIEU LE PAROLE HANNO UNA VIBRAZIONE






Se utilizzate il più spesso possibile le parole “Amore”, “Amare”, “Luce”, esse avranno un importante impatto su di voi perché generano un’energia che vi fa crescere e che vi permette non solo di elevare la vostra coscienza umana, ma anche di elevare la vostra frequenza vibratoria.
Esistono parole forti. Le parole “Amare” e “Amore”, devono essere utilizzate bene, e non devono essere circondate da altre parole che fanno abbassare le loro vibrazioni. Vi facciamo un esempio: quando dite “amo questa casa”, “amo questa automobile”, che tipo di vibrazione date alla parola “amo”? Le date una vibrazione che appartiene solo alla terza dimensione! Sarebbe preferibile dire: “mi piace questa casa”, “mi piace quest’auto”…
Se dite “amo la Luce”, “amo la perfezione”, “amo Dio”, “amo tutti i miei fratelli”, “amo l’armonia”, create intorno a voi una vibrazione del tutto diversa, che vi sostiene, che vi eleva e che vi nutre, perché le parole “Amore” e “Luce” vi nutrono. Le loro vibrazioni vengono accentuate, in qualche maniera, dalla potenza della vostra anima.
Quando vi connettete alle parti superiori di voi stessi, quando chiedete loro di inondare tutto ciò che siete come materia con questo Amore potente, succede qualcosa in voi che darà corpo e vita all’Amore.
È importante per ciascuno di voi imparare a pensare bene e amare bene. Naturalmente, voi parlate d’Amore, ma ognuno di voi ha il proprio modo di amare, di sentire e offrire questo Amore.
Prima di poter offrire l’Amore, cercate di comprenderlo, di sentirlo, cercate di farlo vibrare nel vostro cuore, cercate di sentire la sua energia, la sua vibrazione, e poco a poco riconoscerete questa vibrazione e le darete sempre più corpo e vita.
Ricordate che ogni pensiero, per quanto potente sia, viene generato dall’energia della vostra anima. Cercate di capire che non siete niente senza l’energia, la forza e la vita che la vostra anima mette in voi, siete solo uno strumento vuoto e inutile. La prova è che quando la vostra anima decide di lasciare il vostro corpo materiale, quest’ultimo non può più pensare, non può più agire, non può più fare nulla, così rimane su questo mondo, quindi la vostra anima lo abbandona perché è diventato totalmente inutile.
Nel nuovo ciclo che avete cominciato, dimenticate tutto ciò che corrisponde al 2012, perché ora non è più valido; in voi e nella vita intorno a voi si sono installati altri parametri. Dal momento in cui avrete compreso che la vostra vita è diventata un’altra cosa, non avrete più lo stesso modo di concepire la vita, non avrete più lo stesso modo di pensare, di sentire e di vivere le vostre emozioni.
Non andate più a cercare nel passato ciò che non vi appartiene più e che è totalmente inutile nel vostro presente. Di certo, dovrete vivere delle emozioni perché fanno parte di ciò che siete come coscienza umana.
Le emozioni sono anche degli stimoli, quindi se ci sono delle emozioni completamente positive le potete vivere pienamente. L’Amore genera una grande emozione che fa vibrare tutto il vostro essere, che può provocare delle lacrime, e come la paura può generare forti emozioni (a nostro avviso inutili).
Ora, Figli della Terra, cercate di comprendere bene dove andate, ciò che desiderate e il modo in cui volete gestire la vostra trasformazione. Grazie alla vostra anima e alla vostra Parte Divina, potrete sradicare la vostra personalità umana e il vostro ego. La vostra coscienza si sveglierà sempre di più ad un’altra vibrazione molto più importante e sarà notevolmente modificata. Riuscirete a comprendere molto più facilmente il vostro comportamento, a qualsiasi livello, e a quel punto, cambierete il vostro modo di pensare, vivrete in modo del tutto diverso le vostre emozioni e tutto ciò che concerne l’Amore.
Siete entrati in un ciclo evolutivo molto rapido, tuttavia se volete realmente approfittare di questo ciclo, dovete, ancora una volta, tagliare con ciò che non vi appartiene più”.
Potete riprodurre questo testo e darne copie secondo le seguenti condizioni :
• che non sia tagliato,
• che non subisca nessuna modifica di contenuto,
• che fate riferimento al nostro sito http://ducielalaterre.org
• che menzionate il nome di Monique Mathieu.
Fonte: http://ducielalaterre.org/

giovedì 15 novembre 2018

COSA SIGNIFICA RELAZIONE SPIRITUALE?



Relazione spirituale.

Una relazione spirituale è una relazione in cui si aspira a vedere il divino nell’altra persona. A sperimentare l’unicità dell’uno attraverso l’unione di due.

Diventiamo pronti per questo tipo di relazione sacra in un preciso momento della nostra vita cioè quando abbiamo risvegliato la spiritualità dentro di noi.

Quando arrivi a realizzare che non sei solo un corpo, che sei, di fatto, l’essenza dell’amore e della verità, un profondo desiderio di conoscere te stesso come amore, di sperimentare l’amore nelle tue relazioni, si affaccia. E così, nasce il desiderio di un a relazione spirituale, sacra.

Esistono quattro regole importanti su una relazione spirituale:

1. Una relazione spirituale non è ciò che ti aspetti che sia.


La sacralità non è un concetto, il che significa che ha poco a che fare con la mente analitica. In effetti, quando la razionalità cerca di comprendere ciò che è spirituale va facilmente in corto circuito.

Ciò accade perché la mente funziona con dualità da un punto di vista di separazione. La spiritualià, d’altro canto, esiste oltre la separazione. Al di là della mente, al di là del pensiero razionale.

La spiritualità ha a che vedere con ciò che si sente. E’ una conoscenza che vive nel profondo; la conoscenza intuitiva di chi davvero sei.

Tutti i concetti sulle relazioni spirituali non sono appunto che questo: concetti. La mente ama categorizzare e definire cosa una buona e divina connessione spirituale sia ma lo fa attraverso il suo solito modo duale cioè distinguendo ciò che è buono da ciò che è cattivo. Così manca completamente l’obiettivo.

Se c’è qualcosa che una relazione spirituale è, è tutto! Non si presenta in un certo preciso modo, è ciò che si sta manifestando davanti a te, qui ed ora! Non può essere più sacra di così!

Nulla priva una relazione della sua carica spirituale più delle definizioni e delle etichette. Queste cose ti fanno sprofondare nel tuo ego, rendendoti cieca alla divinità del momento presente. La spiritualità emerge solo quando usciamo dalla nostra mente e ci tuffiamo nell’adesso.


2. Una relazione sacra non è sempre ciò che vuoi.


A volte diciamo sacro o spirituale per intendere esattamente ciò che voglio. E’ comprensibile che questo accada. Ovviamente tutti vogliamo che le cose siano esattamente ciò che vogliamo! Ma questo non c’entra con la spiritualità. La sacralità è sperimentare l’assenza di divisioni. Nessuna resistenza a ciò che è. Nessuna tensione. Piena accettazione.

Questa pace che va al di là di ogni comprensione arriva quando smettiamo di lottare contro ciò che è. In una relazione sacra “essere con ciò che è” è qualcosa di cui fai esperienza. Spesso.

Questo significa eliminare ogni resistenza a qualsiasi cosa emerga nella relazione. Questo non significa che quella cosa dovrà piacerti o che ti ci troverai a tuo agio. Ma se comprendi l’essenza della sacralità, sai anche che nulla ti accade nella tua realtà se non sei tu ad invitare questa cosa. La sacralità emerge quando diventi curioso sui modelli, le energie, le emozioni, i pensieri e le esperienze che si affacciano quando ti leghi ad un’altra persona. Questo ti porta a comprendere te stesso più profondamente.

La sacralità emerge nella relazione quando la senti come qualcosa di positivo. Ed emerge dal fatto di comprendere che la relazione è un riflesso di te.


3. Una relazione sacra riflette il fatto che tu incarni la sacralità.


Vediamo la sacralità quando la incarniamo. Vediamo completezza, amore, appagamento, completamento, quando noi stessi incarniamo queste qualità. E vediamo separazione, limitazione, competizione e disprezzo, quando incarniamo la separazione.

Tu vedi attraverso ciò che sei.

Più ti impegni a sostenere la tua relazione interiore con la sacralità, più attrarrai e creerai sacralità nelle tue relazioni. Più il tuo amore cresce, più vedi l’amore manifestarsi nella tua vita. E’ una equazione molto semplice.

Chi cerca una relazione spirituale ma non riesce a trovarne una automaticamente vede il mondo attraverso gli occhi della separazione. Se non stai sperimentando sacralità, connessione e appagamento nella tua vita, per favore non cercarli in un’altra persona: sono dentro di te.

Una volta che realizzi che la sacralità, innanzitutto e soprattutto, è dentro di te, a quel punto relazioni ricche d’amore iniziano ad affacciarsi nella tua vita. Vivendo la tua vera sacralità, realizzi che ciò che vedi fuori non è che un riflesso di te.


4. Tutte le relazioni sono sacre.

http://lemeravigliedellanima.blogspot.com/2016/11/relazione-spirituale.html
Penso che tutti abbiamo sentito questa affermazione prima. Tutte le relazioni sono spirituali. Ma come dicevamo all’inizio, questa non è una mera idea o teoria. E’ qualcosa che puoi comprendere usando la tua conoscenza più profonda.

Ecco cosa vuol dire. Tutto ciò che esiste è una espressione, un passo, una manifestazione della Vita stessa. E’ la stessa cosa che dire che tutto sia espressione di una Fonte (di Dio, dello Spirito). Veniamo tutti dalla stessa fonte di energia.

Questa Fonte, che coincide con noi, si esprime in molti modi diversi. In ogni modo, in effetti. Felice, triste, onesto, disonesto, connesso, distante, presente, assente. Sono tutte espressione della stessa Fonte, ciascuna sta danzando il suo proprio ballo.

Un errore che spesso si fa è pensare che la sacralità sia qualcosa che fa stare sempre bene. Ma non è così. Sì, alcune espressioni della Fonte sono più consapevoli di altre; alcune sono più amorose, premurose. Ma ciò non le rende più sacre. La sacralità è il Tutto.

Proprio per questo, non può esistere una relazione che non sia sacra. O che sia un errore. Semplicemente, non sarebbe accaduta.

Sono tutte sacre. Sono tutte un riflesso di te.

Una relazione è sempre una opportunità unica di conoscerti attraverso una persona che ami. Puoi apprezzare ed accettare questa relazione esattamente per ciò che è. Gloriosa, dinamica, sfidante, bella, esaltante, ferita, e così umanar e quindi lasciarti trasportare dall’incredibile sacralità della natura che ogni relazione ha.

mercoledì 14 novembre 2018

DECRETO DEL ESCUDO DE PROTECCION DEL ARCANGEL MIGUEL

DECRETO DEL ESCUDO DE PROTECCION DEL ARCANGEL MIGUEL

Publicado por Oskaring en Universo Espiritual Comunidad.
http://universo-espiritual.ning.com/
“Amado Arcángel Miguel del Rayo Azul de la Fuerza, Poder, Fe, y Protección de Dios, te invoco para que vengas aquí y ahora y protejas con tu espada de Llama Azul mi Persona, casa y todo lugar por donde yo camine, delante, detrás, arriba, abajo, a mi izquierda y a mi derecha SELLANDO (X3) para que nada menor que la Luz, el Amor y el Poder de Dios pueda penetrarme. Gracias Padre, porque ya ha sido hecho.
Amen”.
“Amado Arcángel Miguel te invoco desde Mi Magna Presencia de Dios en mi Yo Soy, por el poder de Tres (3) veces Tres (3) corta, libera y disuelve toda fuerza siniestra o energía negativa que esté intentando destruir o dañar mi mundo, mente, cuerpo o asuntos, dame tu asistencia, sálvame y protégeme. Gracias Amado Arcángel por tu asistencia.
Amén”.
“En nombre de la Divina Presencia de Dios en mi, invoco al amado Arcángel Miguel y sus legiones de ángeles para que entren en mi vida aquí y ahora, para que limpien y liberen en mi toda sombra de envidia, miedo, temor, angustia y escasez como también cualquier energía negativa que puedan enviar para mí. Arcángel Miguel, protégeme en tu rayo azul de arriba abajo, izquierda a derecha, al frente y atrás. Yo estoy investido con el más grande poder de protección que me da el Arcángel Miguel.
Amén”.
“Amado Arcángel Miguel, mi buen protector. Al amanecer presenta ante mis ojos todas las ocasiones para obrar el bien que el nuevo día me depara y no permitas que las menosprecie. Despierta mi actividad espiritual y dirígela hacia aquellos a quienes pueda colaborar. Que mi voluntad secundada por tu gracia, produzca todos los días obras dignas de la eterna felicidad. Así sea y así será”.
¡Amado Arcángel Miguel!
¡Te amo! ¡te Bendigo! y te doy gracias por Tu poderoso servicio a mí, a toda la humanidad y a nuestra Tierra durante tanto tiempo! Envía tus Ángeles Ascendidos de la Protección para que me envuelvan a mí, a mis seres queridos y a toda persona constructiva sobre la Tierra.
¡CORTA Y LIBÉRANOS! de los pensamientos y sentimientos que no son el Concepto Inmaculado de Dios para nosotros.
Te damos gracias.
“YO SOY” tomando con mi mano la Espada de Luz Azul del Arcángel Miguel, que CORTA Y LIBERA (X9) este sufrimiento, ahora”.


Publicado por Noa Rosa en 3:58 
Enviar por correo electrónico
Escribe un blog
Compartir con Twitter
Compartir con Facebook
Compartir en Pinterest

Etiquetas: Angeles y Arcangeles
https://rincondehadasyduendesydemselementales.blogspot.com/2015/08/decreto-del-escudo-de-proteccion-del.html?fbclid=IwAR14H89wqA_WYy4CXyQk2nACwcGSXm8Me0lq4X2JK9RjR3xwBDafhdk7yU4

domenica 11 novembre 2018

SULLA LUCE......

Sulla Luce
Tutto è frattale della Presenza Divina.
L’immensamente grande e l’ immensamente piccolo si uniscono, si rispecchiano, interagiscono uno con l’altro. La Luce che è nella Fonte è la stessa Luce che è in voi quando siete collegati con il vostro Sé Superiore. Non esiste separazione, siete voi, sempre voi. Vi unite nell’eterna danza e splendete.
Questo avviene quando non pensate ma siete conformi al Disegno Divino.
E’ una questione di atomi, di fotoni, di particelle infinitamente piccole che, nella danza divina, si imbattono una con l’altra, si scontrano e si uniscono e formano quella meraviglia che voi siete.
Non svilite la vostra luce, non lasciate che il pensiero limitante vi incuta timore, abbassando così la vibrazione e quindi la vostra Luce.
E’ tutto perfetto, è tutto immensamente sereno quando siete connessi con la vostra luce.
La Luce attira luce e allontana il buio della non riuscita, della separazione, della vostra paura di vivere. Con la Luce in voi attirate ciò che buono: è la Luce divina che crea le circostanze favorevoli e allontana ciò che non è positivo.
Ma, a differenza dei concetti di quello che chiamate passato, ora vi è un nuovo concetto: ora siete voi e solo voi che vivendo create la vostra vita e la vostra Luce.
Create il vostro presente e ponete le basi per ciò che voi chiamate futuro.
La danza è circolare: il punto di inizio e il punto di fine coincidono. E’ sempre una nuova rinascita, un nuovo inizio. E’ sempre un grande ritorno nell’armonia dell’Universo.
Siate sereni in questa danza: andrà bene.
Siate liberi: respirate.
Che il vostro respiro sia come flusso benefico che fa entrare in voi e fa uscire da voi questa Luce che è e sempre sarà guaritrice della vostra anima, del vostro corpo e di tutto il vostro Essere. E, soprattutto, può e potrà guarire con vibrazioni amabili la vostra Terra che noi consideriamo un meraviglioso giardino. Abbiatene cura.
Pace a voi, con amore, Emmanuel

mercoledì 7 novembre 2018

PRIMA DI DORMIRE FARE UNA DOMANDA AL SUBCONNSCIO.....



"...Non andate mai a dormire senza aver fatto una domanda al Subconscio"
(Thomas Edison).

Basta rilassarsi, fare una breve meditazione, e comporre una lista delle domande (scritte).
Più sono precise meglio è, in tal caso anche le risposte saranno precise.
Mentre dormite, il subconscio elaborerà una soluzione.


Secondo gli studi, l'area prefrontale del cervello è quella più attiva ed incline alla creatività subito dopo il risveglio. Il vostro subconscio lavora durante il sonno, creando dei collegamenti tra le varie zone del cervello; la creatività nasce così.

Provate nei primi 10 minuti dopo il risveglio di non aprire lo smartphone; andate invece, in un posto tranquillo, per concentrarvi su ciò che è interiore.

Iniziate a scrivere tutto ciò che vi viene in mente sul problema che vi preoccupa.

Così potrete trovare una risposta a qualsiasi domanda...

PERCHE' DOBBIAMO ELEVARE LA NOSTRA FREQUENZA E COSA SIGNIFICA ESATTAMENTE?

Perché dobbiamo elevare la nostra frequenza e cosa significa  esattamente? L’universo viaggia parallelo e in sintonia con tutte le galass...