giovedì 31 marzo 2016

PREGHIERA.......... IL MIO MAESTRO INTERIORE MI GUIDA SAINT GERMAIN

IL MIO MAESTRO INTERIORE MI GUIDA SULLA STRADA DELLA CREATIVITA’ ACCETTO LA SFIDA CORAGGIOSAMENTE PERCHE’ HO SCELTO DI CRESCERE LASCIO CHE ACCADA IL TERREMOTO INTERIORE HO SMESSO DI DIFENDERMI HO SMESSO DI CONTROLLARE HO SMESSO DI FARE GIOCHI DI POTERE LASCIO ANDARE IL PASSATO E LE PAURE ESCO DALL’ OSCURITA’ E SONO NELLA LUCE DIVENTO CIO’ CHE SONO DESTINATO AD ESSERE LA LUCE INTERIORE GUIDA LE MIE SCELTE LA VITA E’ UN’OPERA D’ARTE POSSA QUESTA MIA SCELTA ESSERE CONDIVISA DA TUTTO L’UNIVERSO. OM AMEN AMIN SAINT GERMAIN

mercoledì 30 marzo 2016

CRISTALLOTERAPIA IL DIASPRO ROSSO PROPRIETA'

EFFETTI SUL CORPO FISICO:

Il Diaspro Rosso stimola la circolazione dell'energia nell'organismo. Lavora sul sangue, quando c’è un problema di infezione, di anemia congenita.

Stimola gli organi della riproduzione, riequilibra le energie sessuali .Fortifica il feto. facilita il parto rendendolo meno doloroso e problematico.

Il Diaspro Rosso calma la nausea, timola il fegato, la vescica biliare, e i reni.
Regola la guarigione del sistema gastrico e dona equilibrio al sistema endocrino. Aiuta ad avere una migliore ossigenazione del sangue, che attiva la vitalità fisica e aiuta la rigenerazione dei tessuti.
Il Diaspro Rosso è inoltre indicato per coloro che hanno difficoltà ad assimilare il ferro,



EFFETTI SULL'EMOTIVITA' PSICHICA


Il Diaspro Rosso protegge contro le influenze nefaste. Armonizza il corpo e lo spirito, dà sensibilità e comprensione. Riduce l'insicurezza, i timori, i pensieri inquietanti e i sensi di colpa. Promuove la volontà.


EFFETTI SULL'ATTIVITA' MENTALE:

Il Diaspro Rosso promuove il senso della rettitudine e l'onestà. Stimola il coraggio, l'intraprendenza e la concretezza..


EFFETTI SULLA SPIRITUALITA':

Il Diaspro Rosso aiuta ad andare fino in fondo. Favorisce l'assunzione delle proprie responsabilità e la determinazione nel realizzare gli obiettivi.


POSSIBILITA' D'IMPIEGO - PARTICOLARITA'
Per i problemi di digestione e di stomaco, bere il mattino presto a digiuno un bicchiere d’acqua dove è stato lasciato per una notte un Diaspro Rosso, una Howlite e un Cristallo di Rocca.

PULIZIA
Il Diaspro Rosso può essere scaricato da disarmonie dopo l'uso sotto l’acqua corrente. Ama il Reiki. Può essere posto senza problemi al sole per qualche ora.

TERAPIA
Il Diaspro Rosso può essere tenuto addosso come bracciale o collana per lungo tempo a contatto con la pelle.

CHAKRA CORRISPONDENTE
1° CHAKRA (Muladhara) - basale

SEGNI ZODIACALI
Ariete, Scorpione

CONDIVISO DA http://www.reiki.info/Energie/Cristalli/Diaspro-Rosso.htm

lunedì 28 marzo 2016

LA NUOVA ENERGIA ACCOGLIE NUOVI CONCETTI di CRISTINA SAMBRES



La Nuova Energia accoglie nuovi concetti. Non si parla di reincarnazione ma di connessione quantica di vite parallele.
Tutto nel Cosmo è in perfetta armonia come perfetto è il Disegno che regge la vita cosmica. Occorre portare la perfezione di questa armonia nella vita quotidiana, nella vita dell’Umanità e questo è il passo che dovrà essere fatto nel vostro futuro prossimo del tempo lineare.
Come la Galassia comprende tanti sistemi solari ed il vostro contiene un sole che irradia i pianeti del sistema con la sua luce, così il Sé Superiore di ogni Essere irradia le vite parallele da lui create. Queste ultime seguono un loro iter, una loro orbita, un loro Cammino. Esse sono connesse le une con le altre anche se sono a sé stanti. La connessione quantica con le altre vite parallele emanate dal medesimo Sé Superiore fa sì che ogni successo, ogni buon conseguimento di una vita sorella, sia percepito anche dalle altre e le migliori.
Non si parla più quindi di reincarnazione ma di interazioni e connessioni quantiche fra una vita e l’altra. Cercate quindi di vivere al meglio questa vostra vita con amore e discernimento, siate radicati e positivi. Non cedete ai pensieri oscuri, liberatevi dalla paura e anelate alla libertà dell’anima. In questo modo libererete e migliorerete anche le altre scintille divine che sono racchiuse nelle vite parallele originate dal medesimo Sé Superiore.
Questa conoscenza è propria della Nuova Energia che accoglie e porta a compimento tutto ciò che è nuovo.
Quando ascendete con la vostra vibrazione leggera e amorevole tutto ciò che appartiene all’intero Cosmo ne trae beneficio. Così pure le vostre vite parallele. Questo è uno dei grandi doni della Nuova Energia. Pace a voi con amore Emmanuel
(canalizzato il 27.3.2016)   EMMANUEL LA VIA DEL RISVEGLIO CANALIZZATO DA
CRISTINA SAMBRES

I 21 STRATI DEL PIANETA

i 21 strati del pianeta
Il pianeta Terra sta completando i suoi 21 strati come l'uomo nella sua struttura sottile, uomo e pianeta devono essere sempre in equilibrio vibrazionale, in sincronia e in risonanza.
Per questo sarà necessario un nuovo intervento sull'intera umanità per dare loro maggiore forza, stabilità ed equilibrio ma questo accadrà nella parte sottile dell'uomo, nella parte frontale dell'uomo in particolare sulle particelle sottili dell'intelletto.
Come la scienza attraverso gli acceleratori di particelle ricerca particelle sempre più piccole per arricchire il modello della fisica e spiegare i misteri dell'universo così anche nell'uomo sono presenti particelle sottili invisibili agli occhi della scienza, esempio le particelle dell'intelletto che sono simili alla particella di Dio di recente scoperta scientifica.
Chi ne è consapevole può aiutare e aiutarsi facendo per quattro giorni dei semplici movimenti sulla fronte e sulle tempie: con le due dita della mano destra (indice e medio) si parte dalla tempia sinistra e si passa attraverso la fronte alla tempia destra e li si fanno quattro piccoli cerchi, dopo ogni cerchio ci si ferma vicino al ciglio dell'occhio e si dice: acqua purificami, secondo cerchio aria portami l'equilibrio, terzo terra dammi la stabilità e quarto fuoco donami la forza poi si fa l'operazione inversa dalla tempia destra alla sinistra e li si fanno altri quattro piccoli cerchi fermandosi dopo ogni cerchio nella parte posteriore vicino all'orecchio. Fatto questo si pronuncia uno dei quattro elementi della natura così per quattro giorni, ogni giorno un elemento, acqua, aria, terra e fuoco.
Ripetiamo che questo rituale porterà nella parte sottile dell'uomo: la forza la stabilità e l'equilibrio ma dipenderà da voi riportare questi valori nella vostra vita materiale.
Ciò è necessario per riportare in equilibrio vibrazionale uomo e pianeta e se ciò non dovesse accadere il pianeta reagirebbe.
Sappiamo che questo è un momento molto difficile per voi ma noi confidiamo in tutti voi che potete consapevolmente per voi e per altri come voi, elevare la vostra vibrazione e portarla in sincronia e risonanza col pianeta.
Ogni persona che ha completato i 21 strati sottili lo può fare anche per altre persone.

domenica 27 marzo 2016

BELLISSIME QUESTE PAROLE DI MARIA DI MAGDALA PER IL LUNEDI' DELL' ANGELO

BELLISSIME QUESTE PAROLE DI MARIA DI MAGDALA PER IL LUNEDI' DELL' ANGELO

Ti voglio ripetere, oggi, mio Signore, le stese parole che altri ti hanno già detto. Le parole di Maria di Magdala, la donna assetata di amore, non rassegnata alla morte. E ti chiese, mentre non riusciva a vederti, perchè gli occhi non possono vedere ciò che il cuore veramente ama, dove tu fossi. Dio si può amare, non si può vedere. E ti chiese, credendoti il giardiniere, dove eri stato messo.

A tutti i giardinieri della vita, che è sempre giardino di Dio, anch'io vorrei chiedere dove hanno messo l'Amato Dio, crocifisso per amore.

Vorrei anche ripeterti le parole della pastora bruna, quella del Cantico dei Cantici riscaldata o bruciata dal tuo amore, perchè il tuo amore riscalda e brucia e guarisce e trasforma, e lei ti disse, mentre non ti vedeva ma ti amava e ti sentiva accanto: "Dimmi dove conduci il tuo gregge a pascolare e dove tu riposi nel momento del grande caldo".

Io so dove tu conduci il tuo gregge.
Io so dove tu vai a riposarti nel momento del grande caldo.
Io so che tu mi hai chiamato, eletto, giustificato, gratificato.

Ma coltivo il desiderio sincero di venirti accanto calpestando le tue orme, amando il tuo silenzio, cercandoti quando è buoi o infuria la tempesta.
Non lasciarmi barcollare sulle onde del mare. Potrei affondare totalmente.

Vorrei gridare anch'io con Maria di Magdala:
"Cristo, mia speranza è risorto.
Ci precede nella Galilea delle genti"
E verrò da te, correndo, per vederti e dirti:
"Mio Signore, mio Dio".

sabato 26 marzo 2016

L'AMORE ........COS'E...............

L’Amore. Cos’è?

Mie cari amici…

Cos’è l’amore, realmente?

Le persone amano essere innamorate. Ma “amore” è una parola grande. E’ la più grande parola della lingua. Qualsiasi lingua. Quindi dobbiamo domandarci…

Cos’è l’amore, realmente? L’autore M. Scott Peck dice che l’amore è una decisione, non una reazione. E’ una scelta, non una risposta. Questa può essere una delle cose più importanti che qualcuno potrebbe mai dire sull’argomento.

Il vero amore non è mai il risultato di come una persona si presenta, si comporta, o interagisce con noi. E’ la scelta di essere amorevoli indipendentemente da come quella persona si presenta, si comporta, o interagisce con noi.

Questo non significa che il vero amore ci richieda di restare in una relazione di abuso, o che non funziona più, o che non è appagante. Non confondete le parole “amore” e “relazione”. Non dimostriamo di amare qualcuno restando in una relazione. In realtà, ci sono casi in cui possiamo dimostrare di amare qualcuno andandocene.

Quindi non è vero che l’amore ci impone di amare anche dopo che la nostra felicità è scomparsa.

Se una persona abusa di noi, è un abuso verso quella persona permettere che continui il suo abuso. Perché se permettiamo che il suo abuso continui, cosa le insegnamo? Ma se chiariamo che il suo abuso è inaccettabile, cosa avrà imparato poi?

Se non siamo più felici in una relazione, affrontiamo una delle domande più importanti nella vita: Abbiamo il diritto di essere felici?

La risposta è si. Restare in una relazione in cui non siete più felici perché “avete detto che lo avreste fatto” produce solo infelicità tutt’intorno. Forse è il momento di uscirne.

Naturalmente, è vero che nessuno può mai davvero “uscire” da una relazione. Siamo sempre in relazione con ciascun altro, e l’unica cosa che cambia è la forma che assume la relazione.

Non potete porre fine ad una relazione, potete solo cambiarla. Quindi non pensate nei termini di porre fine alla vostra relazione, pensate nei termini di cambiarla. Potreste volerne cambiare la forma, o potreste volerne mantenere la forma, ma cambiarne il contenuto.

Decidere di amare qualcuno — amare davvero qualcuno — è una scelta molto elevata. E’ il segno di un maestro.

Amare qualcuno come “reazione” è un diverso tipo di esperienza. E’ il segno di uno studente.

Il pericolo nell’amare qualcuno come reazione è che colui che amiamo può cambiare. In effetti, è certo che lo farà.

Può aumentare di peso, o diminuire. Può alterare la propria personalità. Può cambiare le proprie idee su qualcosa di importante per noi. E se amiamo ciò che gli altri ci danno in una relazione, possiamo essere portati ad un’enorme delusione.

Quindi arriviamo alla seconda grande verità su tutto questo: l’amore non riguarda quello che l’altro porta a voi, ma quello che voi portate all’altro. Infatti lo scopo di tutte le relazioni d’amore è darci l’opportunità di decidere e dichiarare, di annunciare ed esprimere, di diventare e realizzare, Chi Siamo Davvero.

Questo forse è un altro modo per riformulare la prima verità, perché Chi Siamo Davvero è una scelta, non una risposta. E’ una decisione, non una reazione — anche se è vero che la maggior parte delle persone pensa sia il contrario.

Quando parlo ai giovani dell’amore, dico loro che ci sono due domande che hanno a che fare con la vita e con le relazioni, che tutti trarrebbero beneficio dal porsi.

1. Dove sto andando?

2. Chi viene con me?

E’ importante farle nel giusto ordine. Molte persone le scambiano — e ne soffrono per il resto della vita.

Prima chiedono: chi viene con me nella mia vita? Poi chiedono: dove sto andando? Spesso, la scelta della destinazione è condizionata e compromessa dalla scelta della compagnia. Ciò può rendere il viaggio molto difficile.

Recentemente una ragazza ventenne mi ha chiesto “Come ci si sente ad essere innamorati?”. Le ho detto che non posso rispondere per qualcun altro, ma so come mi sento io. Mi sento come se ci fosse una sola persona nella stanza.

Quando sono con la mia amata, sento che non c’è un luogo dove finisco “io” e inizia “lei”. Quando la guardo negli occhi, è come guardare dentro me stesso. Quando percepisco che è triste, è come se la tristezza perforasse il mio cuore. Quando sorride, il mio cuore sorride con lei — come lei.

Vorrei sentirmi così con chiunque. E’ quello su cui sto lavorando. Lo sento con sempre più persone ogni giorno.

Un Corso in Miracoli dice “Non relazioni speciali”. In altre parole, una persona non dovrebbe essere più speciale di un’altra per noi. Questo è il modo in cui Dio sperimenta l’amore. Non ci sono condizioni, e nessuno è più speciale di un altro.

E’ difficile da comprendere per la maggior parte delle persone. Come può Dio amarci nello stesso modo, i “buoni” come i “cattivi”? E’ perché Dio non vede alcuno di noi “buono” o “cattivo”.

Siamo tutti perfetti agli occhi di Dio, indipendentemente da come ci comportiamo. Gli esseri umani hanno tanta strada da fare prima di riuscire ad affermarlo. La maggior parte di noi mette condizione su condizione nel proprio amore, e fa molto in fretta a ritrattarlo quando queste condizioni non vengono soddisfatte.

Quindi la terza grande verità sull’amore è che non conosce condizioni. Nel mondo di Dio non esiste qualcosa come “Ti amo SE…”.

La quarta grande verità sull’amore è che non conosce limitazioni. L’amore è la libertà, sperimentata. Libertà totale ed assoluta. E quindi uno che ama un altro non cerca mai di confinarlo o limitarlo in alcun modo. Questo è difficile per molte persone. Per molti l’amore si traduce, all’incirca, in “possesso”. Non che questo venga sempre espresso, ovviamente. E’ semplicemente percepito. E’ una sensazione di “tu sei mio”.

Naturalmente, nel vero amore nulla potrebbe essere più distante dalla verità. E nel vero amore, idee o pensieri del genere non fanno mai parte dell’esperienza. Nessuno possiede qualcuno, e nessuno si comporta come se lo possedesse.

Ciò ha implicazioni importanti, come si può immaginare. Quindi ora elencherò la quinta, e forse più “controversa”, verità sull’amore che conosco.

L’amore non dice mai no. Non a persone di uguale maturità ed intelligenza. (Non stiamo parlando di bambini. Limitiamo questa discussione agli adulti).

Indipendentemente da quale sia la richiesta dell’amato, l’amore dice si. Ciò non significa che non vengano espresse opinioni personali, o che non vengano esternate preferenze personali. Significa che, alla fine, una richiesta dell’amato non viene mai respinta. Chi siamo noi per negare qualcosa a qualcuno?

Di nuovo, per la maggior parte delle persone è difficile vedersela con questo. Ma questo è il modo in cui ama Dio. Mi piace dire nelle mie conferenze e nei miei ritiri che Dio ha una sola parola nel suo vocabolario. Dio dice sempre si.

Indipendentemente da ciò che vuoi, indipendentemente da ciò che scegli, non dice mai no.

Questa idea può essere ridotta a due parole: Dio permette.

Penso che le parole “Dio” e “amore” siano intercambiabili, potreste allora dire “l’amore permette”.

In definitiva, questo è ciò che fa l’amore. L’amore permette. Non costringe mai, non limita mai, non ferma mai, permette e basta. Nelle relazioni di vero amore, arrivi ad avere ciò che vuoi.

La verità finale sull’amore è che si rinnova sempre. Non termina mai. Quindi fai di ogni giorno il giorno del tuo matrimonio nel tuo cuore. Anche se non sei sposato. Poiché lo sei, sappilo. Con tutti. Siamo Tutti Uno.

con amore,
Neale

Saggezza per il fine settimana - Neale Donald Walsch - autore di Conversazioni con Dio - grazie a Steve Russo

MESSAGGIO DEI GERARCHI Mi riconoscerete! di Monique Mathieu.

MESSAGGIO DEI GERARCHI
Mi riconoscerete!

Sento una magnifica energia dolce che mi avvolge totalmente! È l'energia di Colui che abbiamo chiamato Gesù. Non Lo vedo come di solito. Sento soprattutto la Sua Vibrazione d'Amore. Egli mi dice:
«Vi dissi: Io verrò sempre più spesso da voi per offrirvi tutto l'Amore che c'è nel Mio cuore (anche se non Ho un cuore come il vostro).
È importante per Me venire ad aiutare coloro che Ho conosciuto e così tanto amato. Mi mostrerò sempre di più per aiutarli nella loro salita vibratoria e nella loro apertura del cuore».
Ora percepisco il Suo volto radioso di Luce, e il Suo corpo si delinea. È solamente Luce, Bellezza e Perfezione. Mi dice:
«Voi siete stati assorbiti dalla religione! È necessario che questo finisca e che possiate considerare gli Esseri come Me, che ho percorso questo mondo in epoche molto diverse, come degli Esseri che sono venuti a rivelare l'Amore all'umanità, poiché non Sono stato il solo a farlo.
Adesso Mi trovo molto spesso con colui che avete chiamato Akhénaton. Egli fa parte di quella che potreste chiamare «la flotta». È con Me sulla Stella Celeste, con Colei che fu Mia madre e lavora molto anche sulla Terra.
Verrò sempre più spesso da voi per aiutarvi, per prepararvi ad elevare la vostra frequenza vibratoria, ma soprattutto per prepararvi ad accettare e ad integrare le immense vibrazioni che vi verranno inviate dall'universo e dall'emanazione del Soffio Divino.
Vorrei dirvi: dimenticate le religioni! L'unica religione, è quella che collega gli uomini tra di loro, che li collega ai piani della Luce e con ciò che noi siamo, che li collega anche con Dio, il Padre di ogni vita.
Le religioni hanno diviso gli uomini: la Religione Universale li riunirà, li collegherà realmente».
Lo vedo ora di un colore dorato, quasi abbagliante. Intorno al Suo corpo, ci sono come dei raggi di Sole. Mi dice:
«Ciò che percepisci, Figlia della Terra, è semplicemente Amore! Posso mostrarMi a te e a voi in mille modi. Questa sera, Ho voluto mostrarMi con il Mio irraggiamento d'Amore.
A favore di chi naviga su quello che chiamate Internet, dirò che molti di coloro che chiamate «trasmettitori» o «canali» dicono di canalizzarMi. Spesso vengono ingannati da alcune entità che non sono Io, evidentemente.
Voi Mi riconoscerete dalla vibrazione! Poco importa ciò che viene detto! Sappiate che da Me usciranno solo parole di saggezza. Non ci saranno mai degli ordini, ci sarà unicamente Amore! Sono state dette talmente tante cose sbagliate in nome Mio ma che non provenivano da Me!
Quindi, quando io sarò presente, sarà solo per parlare d'Amore, di Luce, dell'aiuto che Io vengo ad apportarvi. Quando Sarò presente come Sono questa sera accanto a voi, sarà per aiutarvi a prepararvi al grande momento della liberazione di questo mondo, al momento di grande festa che i Terrestri vivranno e che condivideremo con loro.
Duemila anni fa, vi dissi «Io tornerò». Tornerò tra gli uomini per festeggiare l'avvenimento. Gli uomini Mi vedranno in tutto il mondo, non attraverso i loro congegni, ma grazie a quello che potreste chiamare miracolo ma che non lo sarà perché la vita sarà differente. Non avrete più bisogno di tecnologia, perché anche voi come la vita sarete differenti.
Per arrivare a quel momento, è necessario un tempo di preparazione, e questo tempo vi sembra molto lungo. Voi che siete attualmente incarnati avete già atteso questo momento da molto tempo, e vi siete preparati, incarnazione dopo incarnazione, per poter vivere una trasformazione profonda nell'Amore.
Ora, siete arrivati alla fine del vostro cammino! Ora, raccoglierete ciò che avete seminato, e avete seminato molto bene!»
Voi che Io amo infinitamente, voi che avete sete d'Amore, sarete dissetati! Voi che cercate l'Amore, lo troverete perché è dentro di voi e intorno a voi! Imparerete sempre di più a scoprirlo intorno a voi poiché, ancora una volta, l'Amore è la Vita e la Vita si manifesta costantemente ad ogni livello intorno a voi.
Imparerete a sentire l'Amore del regno minerale, imparerete a sentire l'Amore del regno vegetale, imparerete a sentire l'Amore del regno animale, perché diventerete sempre più sensibili. È per questo motivo che sentirete l'Amore di tutto ciò che vi circonda.
Io vi parlerò ancora e ancora d'Amore, finché questa Vibrazione sarà totalmente integrata in voi e affinché possiate manifestarla».
Ora, Lo vedo trasformarsi. Lo splendore sparisce per lasciar apparire una forma umana, molto semplicemente un uomo. Mi dice.
«Io sono stato un uomo e amo gli esseri umani. Là dove Mi trovo, Ho talvolta un corpo umano, tuttavia è molto diverso dal vostro a livello vibratorio. Posso diventare totalmente Luce lasciando esprimere la Mia Divinità, e questo lo può fare anche ciascuno di voi, ovviamente con minor forza. Se lasciate che l'Amore immenso della Sorgente si esprima in voi (l'Amore della vostra divinità), potete, proprio come Me, far risplendere questa Luce e questo Amore.
Ora Mi ritiro. Sono stato felice di condividere dei momenti preziosi con voi. Io vi benedico nella Gioia, Io vi benedico nella Serenità, Io vi benedico nell'Armonia, Io vi benedico nella Bellezza, Io vi benedico nell'Amore!
Abbiate fiducia in ciò che siete, ma soprattutto abbiate fiducia in ciò che diventerete! Cercate più che potete – Ve lo chiedo con tutto il Mio Amore – di essere, come dite sulla Terra, «positivi», di avere fiducia, per elevarvi molto più velocemente, per poter integrare ciò che vi è stato donato».
Potete riprodurre questo testo e darne copie secondo le seguenti condizioni :
  • che non sia tagliato,
  • che non subisca nessuna modifica di contenuto,
  • che fate riferimento al nostro sito  http://ducielalaterre.org
  • che menzionate il nome
    di Monique Mathieu.

domenica 20 marzo 2016

LA SELENITE E LA SPADA DI LUCE DELL'ARCANGELO MICHELE

La Selenite è la più bella pietra della famiglia di minerali chiamata gesso. E' un cristallo meraviglioso, un grande dono di Madre Terra per l'umanità. Non va confusa con la Pietra di luna, detta anche Adularia. Alcuni rivenditori sono tratti in inganno a causa del nome selene.
Si forma in bacchette chiare con lati striati. La struttura cristallina della Selenite le permette di spostare facilmente l'energia in tutta la sua forma. La sua energia è chiara, alta e dolce ed evoca aspetti dell'elemento aria e dell'elemento acqua. la Selenite aiuta a spostare l'energia in tutta l'acqua e in tutti i fluidi del nostro corpo, favorendo la salute e l'illuminazione di ogni nostra cellula.
Le energie della Selenite ci permettono di sperimentare l'incredibile energia di un veicolo fisico attivato. Quando tutti gli elementi separati della consapevolezza che si trovano nel nostro corpo sono attivati, siamo in grado di lasciare che le nostre visioni più alte entrino nel nostro mondo fisico. Questo è lo scopo dell'essere fisico: portare la consapevolezza più alta nel regno fisico e usarla per
creare una realtà illuminata, portando tutta l'umanità in risonanza, prima con la Terra e poi con l'universo.
La Selenite è una porta attraverso la quale la vibrazione del Sé Superiore può entrare nel sistema della consapevolezza e in quello fisico. Il Sé Superiore è l'aspetto di noi che è consapevole della totalità della nostra esistenza. Esiste fuori della nostra realtà fisica, tra le mente e l'anima. Quando siamo collegati al nostro Sé Superiore, il nostro corpo fisico e le manifestazioni fisiche diventano diretti strumenti consapevoli
dell'espressione divina della nostra vita.
Stiamo giungendo a un punto della nostra esperienza nel quale dobbiamo tornare a uno stato di intercollegamento e collegamento alla forza e alla volontà divine dell'universo. Senza questo collegamento non possiamo raggiungere il nostro pieno sviluppo. La Selenite è giunta ad aiutarci a raggiungere questo scopo portando la luce dello spirito a questo livello di esistenza.
Ci aiuta a portare il cielo sulla terra, la Luce dello spirito nelle nostre cellule.
Ogni barra di selenite emette un fascio di Luce, come la spada dei Jedi, richiamando
la Spada di Luce dell'Arcangelo Michele.


CONDIVISO DA http://www.cittadiluce.net/selenite-t2911.html

LA NATURA E I SUOI COLORI di CRISTINA SAMBRES

La natura aiuta il risveglio. I suoi colori, le sue forme stimolano i vostri sensi e li aiutano a comprendere il sogno. La vita nella dualità appartiene a come voi la disegnate nel vostro cuore e nella vostra anima. Per questo motivo una stessa situazione o uno stesso luogo sembrano diversi quando vengono descritti da persone differenti. Ma la percezione consapevole aiuta a sollevare il velo ed il sogno si dilegua, appare la manifestazione divina in tutto il suo splendore. Tutto ciò che è creato da Dio si manifesta con verità, semplicità ed amore. Queste caratteristiche superano ogni tipo di illusoria percezione. La Natura risveglia i vostri sensi e vi porta ad ammirare l’eterna opera creativa.
Ecco una lettura dei colori che trovate ammirando la Natura (oltre al significato che già conoscete)
Verde/chiaro e scuro – evoca la pace, e porta conforto
Azzurro/ blu – riposa la mente e aiuta la meditazione
Marrone – porta i ricordi ancestrali e dà senso di rifugio
Rosso – stimola l’azione e il movimento
Arancio – aiuta la creatività e il pensiero positivo
Rosa – evoca tenerezza, riposa la mente e nutre con affetto
Viola – porta la spiritualità e stimola il desiderio di Dio
Giallo – pulisce la mente, porta pensieri positivi e dà forza nel metterli in atto
Bianco – evoca la pace, la tranquillità, ricorda l’origine divina
Grigio – sospende i pensieri e porta il riposo dall’azione.
Questi sono i colori che trovate più frequentemente attorno a voi. Ce ne sono molti altri che si rifanno a questi. Imparate a guardarli con nuovi occhi, arriverete più vicini al risveglio.
Tutto ciò che vedete, tutto quello che vivete ed esperite, si rifà al Piano divino concepito all’inizio del vostro tempo per aiutarvi crescere e a riconoscervi figli di Dio. La Natura, i suoi colori, i suoni della Natura ed infine i suoi elementi, sono stati tutti creati per voi. Il fine ultimo della creazione è il raggiungimento della vostra felicità. Sappiate questo e rincuoratevi; siete tanto, infinitamente tanto importanti per Dio e per noi.
Ma tutto quello che vedete e che vivete quotidianamente ha un grande compito: quello di portarvi alla piena consapevolezza. Ma come – direte voi – ma se ci hai detto che tutto ciò che viviamo nella dualità è illusione? Ed io vi rispondo: ma anche voi vivete nella dualità e dunque, siete anche voi illusione?
Tutto quello che vi circonda ha un motivo di esistere, nulla è a caso. Anche l’Illusione serve a portarvi avanti nel vostro cammino. Come vi ho detto molte volte è la vita stessa il vostro cammino ed il vostro maestro. Quindi perché rinnegarla? Perché ridurre il tutto ad una semplice illusoria esperienza? E’ vero che l’Uomo perfetto, il Risvegliato sa andare al di là di ogni velo perché ha raggiunto la piena consapevolezza. Ma, finché un individuo non la raggiunge, allora potrà “usare” anche la sua illusione quotidiana per imparare. Tutti i Risvegliati, infatti, prima di arrivare al risveglio si sono serviti della dualità che, passo dopo passo, esperienza dopo esperienza ha permesso loro di imparare e di arrivare dove sono ora. Tutto serve, nulla è a caso.
Tratto da Emmanuel "Opera Omnia"

CANALIZZATO DA CRISTINA SAMBRES EMMANUEL LA VIA DEL RISVEGLIO
ca

PREGHIERA AGLI ANGELI PER LA PRIMAVERA

Preghiera Agli Angeli per la primavera
Angeli, Arcangeli
Vi ringraziamo per le benedizioni in questo giorno.
Vi sono riconoscente che la primavera è qui.
Mi piace la sensazione del vento caldo,
del sole sul mio viso e sulle spalle,
dei rovesci di pioggia che fornisce nutrimento
e pulizia per tutta la vita.
Adoro i suoni degli uccelli e degli animali
in quanto si stanno preparando per la nascita.
La promessa di vita tra gli alberi in erba e piante.
L'infinita bellezza dei fiori colorati
con il loro dolce profumo.
Grazie Dio per questo e molto altro ancora!
Accolgo con favore la primavera affinché
mantenga la promessa di realizzare
tutti i miei desideri,
speranze e sogni e faccia
che diventino realtà.
Ho passato l'inverno piantando
i semi nel mio cuore e nella mente
di tutto ciò che voglio manifestare nella mia vita.
Il resto lo lascio a Voi
. Lentamente ora Angeli cari fate
che il fiore dentro il mio cuore sbocci
Sono pronto per le cose meravigliose che accadranno!
Accetto tutte le benedizioni che avete per me.
Mi preparo per i miei pensieri
la pulizia di tutte le negatività.
Lascio andare le mie insicurezze,
dubbi, paure, preoccupazioni e ansia.
Acconsento alla pioggia, gentile brezza
per lavare tutto ciò che non mi serve.
La primavera è qui e quindi sono!
Mi sono messa a terra su questo pianeta,
accettando tutta la sua bellezza e la meraviglia.
Sarò pienamente presenti nel mio corpo
in modo che io possa ricevere.
Sono disposto e in grado di dare e
accettare tutto l'amore che ho nel mio cuore.
Non mi tiro indietro.
Perché io vorrei crescere sempre più
con voi in questo cammino
attraverso l'espressione d'amore.
Amo profondamente me stesso e
lo irradierò verso gli altri.
Come le farfalla che emerge,
trasforma la sua crisalide e spicca il volo,
mi sono aperta alla trasformazione
interna ed esterna a tutti i livelli.
Vedo la bellezza nelle mie ali e sono pronto a salire!
Non permetterò alla paura di trattenermi.
Accetto le benedizioni e mi preparo all’estate
Che arriverà con tutti i suoi doni.
Acconsento al profondo del mio cuore
di aprirsi sempre di più
al vostro amore.
E così è
E cosi sarà!



CONDIVISO DA http://www.sottolealidegliangeli.it/web/images/stories/Preghiere_agli_Angeli/Preghiera_agli_angeli_per_la_primavera.pdf

sabato 19 marzo 2016

INFLUIRE SUL NOSTRO DESTINO di Monique Mathieu.

Influire sul nostro destino


Arriverà un momento, ora molto vicino, in cui gli uomini si guarderanno in modo diverso, in cui non avranno più paura di dirsi che si amano, che sono fratelli, un tempo nel quale non desidereranno più avere contrasti tra di loro, nel quale si riconosceranno semplicemente come Figli della Sorgente.
Questo momento è molto più vicino di quanto pensiate ed è necessario che vi prepariate! Per cui siate tolleranti, ascoltate i vostri fratelli, prestate attenzione! I vostri fratelli hanno bisogno di essere ascoltati e di essere rassicurati. Non giudicate mai gli altri, se sono diversi da voi è semplicemente perché il loro programma è differente da quello che avete scelto voi.
Quando avrete definitivamente compreso, i vostri governi non commetteranno più errori; se siete abbastanza numerosi per accettare ciò che è l’altro e per accettare ciò che siete, per accettare che siete esseri d’Amore, le persone che non hanno ancora questa consapevolezza e che sono talvolta nella totale oscurità si sveglieranno, perché la vostra energia e la vostra vibrazione li modificheranno. Ci saranno automaticamente delle prese di coscienza, anche nei governi mondiali! Il denaro non sarà più il re, il potere così com’è attualmente, non esisterà più. Gli uomini ritroveranno ciò che sono realmente, vale a dire dei Figli della Sorgente. Vorranno veramente essere felici!
Quando molti esseri umani avranno questa consapevolezza (e può succedere molto presto), riceveranno un considerevole aiuto dai loro Fratelli Galattici che verranno a preparare l’umanità al suo prossimo futuro.
Ci saranno prima molti sconvolgimenti? Ci sarà un’evacuazione della Terra? Ci sarà una notevole quantità di partenze verso altri piani? Tutto è possibile! Ci saranno diverse probabilità, ma ancora una volta noi vi ripetiamo che potete agire sul vostro destino, scegliere l’Amore o scegliere la paura, scegliere di avanzare o rimanere bloccati, scegliere la fraternità o vivere nell’egoismo. Sia individualmente che collettivamente, il vostro destino è nelle vostre mani!
Tuttavia l’essere umano non è da solo a fare le sue scelte; viene diretto, consigliato, ma in modo invisibile, impercettibile. Esso riceve semplicemente delle piccole "spinte" che lo risvegliano ogni giorno di più verso un’idea diversa, verso una diversa concezione della vita.
Generalmente, gli esseri umani, non vogliono essere infelici! Sono già infelici perché non si amano! Si fanno manipolare perché non hanno fiducia in loro stessi, perché danno il potere in mano agli altri!
Non dovete dare del potere a nessuno! Dovete essere padroni di voi stessi! Naturalmente, comprendiamo che alcune persone non sono ancora abbastanza mature per poter decidere il modo in cui devono vivere il proprio destino che è prestabilito.
In questo nuovo ciclo che è cominciato, avete una maggiore capacità di influire sul vostro stesso destino comprendendo le esperienze, e se possibile superandole. Dal momento in cui comprendete e superate certe esperienze il vostro destino si trasforma, perché per evolvere non avete più bisogno di loro poiché le avete comprese".

Potete riprodurre questo testo e darne copie secondo le seguenti condizioni :
  • che non sia tagliato,
  • che non subisca nessuna modifica di contenuto,
  • che fate riferimento al sito http://ducielalaterre.org
  • che menzionate il nome
    di Monique Mathieu.
  • che sia citata la fonte della versione italiana: www.liberamente.co

TRIFOGLIO.....PIANTA SACRA DELL'EQUINOZIO DI PRIMAVERA

Approfondimenti botanici: Trifoglio, pianta sacra dell’equinozio di Primavera



di Beatrice Ramirez

Il trifoglio, di cui fanno parte circa 300 specie, è una piccola erbacea perenne appartenente alla famiglia delle fabacee. Molto comune in tutto l’areale europeo, soprattutto nelle regioni settentrionali, perché, avendo un apparato radicale superficiale, mal sopporta i periodi di siccità. Il suo legame con l’equinozio di primavera si deve ai druidi (sacerdoti di origine celtica) che associavano la forma tripartita della sue foglie a “Triskell”, la ruota sacra, emblema della triplice manifestazione della primavera (primi segnali in corrispondenza della nostra Candelora, inizio vero proprio con l’equinozio e pienezza in corrispondenza di Calendimaggio), dello scorrere delle stagioni, delle età dell’ uomo, delle forze della natura, delle tre fasi del sole, della dea madre e del mondo.

Il suo significato è  stato trasferito alla cristianità a opera di San Patrizio che nel V secolo dopo Cristo ha utilizzato il trifoglio per spiegare la Trinità: lo stelo rappresenta  l’uno e  la foglia tripartita la sua triplice manifestazione. Questa pianticella, quindi, è  divenuta il simbolo della verde Irlanda, e ancor oggi se ne adornano giacche e cappelli per la festa del Santo che cade il 17 di marzo, proprio in periodo equinoziale. Ma il suo simbolismo non si limita al mondo celtico e nord europeo; Plinio la descriveva come pianta magica, “perché  nessun serpente la toccava “, da qui la credenza che potesse curarne il morso. Nell’architettura gotica la ritroviamo come fregio di cuspidi e finestre in molte cattedrali, come ad esempio nel duomo di Milano, e le finestre piombate di epoca medievale ci ricordano la sua forma. Una leggenda narra, inoltre, che di trifoglio era fatto il cuscino di Gesù bambino nella grotta di Betlemme. Le notizie del suo utilizzo in agricoltura risalgono all’ XI secolo; pianta foraggiera per eccellenza e  indispensabile nella rotazione delle colture per la proprietà di questa leguminosa di fissare nel terreno l’azoto presente nell’atmosfera. Fra le sue proprietà  medicamentose, ricordiamo che è un antinfiammatorio e che in fitoterapia viene usato in caso di ansia e insonnia.


CONDIVISO DA http://www.abbadianews.it/approfondimenti-botanici-trifoglio-pianta-sacra-dellequinozio-di-primavera/

venerdì 18 marzo 2016

COME DARE INIZIO ALLA GUARIGIONE DALL'ANIMA


Come Dare Inizio alla Guarigione dell'Anima
Puoi imparare a risvegliare e guarire la tua anima per accedere ai tuoi poteri interiori dimenticati. I poteri dell'anima sono passione, creatività, intuizione e connessione con il divino. Qualsiasi sia il tuo sentiero spirituale o religioso puoi imparare ad accedere al potere della tua anima per apportare una maggiore felicità nella tua vita.

Comprendi la vera natura della tua anima. Per natura l'anima è femminile e lo spirito è maschile. Dall'unione di anima e spirito nasce la totalità. Poiché viviamo in un mondo di sciovinismo neghiamo la coscienza dell'anima (femminile) ed eleviamo la virilità, creando uno squilibrio nelle nostre vite. Realizza la natura femminile della tua anima e accorgiti della sua sofferenza causata dalla repressione dell'energia femminile.


La tua energia femminile è 1) immaginazione 2) passione e desiderio 3) emozioni e 4) creatività. Similmente, la tua energia maschile è 1) forza di volontà 2) azione e motivazione 3) intelletto 4) produttività. Valorizzando e supportando la tua energia femminile alimenti e curi anche la tua anima. Esplora i componenti della tua energia femminile, impara e scopri i poteri di immaginazione, creatività, passione ed emozioni. Quando trascorri il tempo sviluppando queste qualità alimenti e rafforzi anche la tua anima.

Intensifica la tua connessione con il divino. Ridefinisci la tua spiritualità e introducila in qualsiasi sia la religione da te praticata. La spiritualità e la tua relazione personale e privata con Dio. Chiunque ha una relazione con Dio, anche la persona più atea. Pur trattandosi di una relazione disfunzionale, si tratta comunque di una relazione. La stessa cosa accade per la mente. Ogni essere umano ha una relazione con la propria mente, molto sviluppata o notevolmente carente, ma pur sempre esistente. Tutti siamo spirituale, e attraverso la nostra anima ci connettiamo al divino. Intensifica la tua connessione con il divino, qualsiasi sia il nome con cui ti rivolgi a lui ti aiuterà a guarire la tua anima.

Esplora passione e piacere. Abbiamo imparato a sostituire le nostre passioni con obblighi e doveri. La maggior parte delle persone ha deciso di non avere tempo da dedicare all'esplorazione dei propri piaceri e passioni, e le loro anime sono affamate. Quotidianamente, prenditi il tempo di fare qualcosa che ti appassiona o che ti crea piacere. Se ancora non conosci le tue passioni, inizia ad esplorare le diverse possibilità e fai una lista dei 5 modi migliori per apportare piacere nella tua vita.


Guardati dentro e sperimenta la meditazione rilassata. Quando ti rilassi la tua mente si quieta ed ascolta la voce dell'intuizione. Se non hai mai meditato prima d'ora, non preoccuparti, non ci vorrà molto tempo per imparare. Il modo più semplice è ricorrere ad un CD con una meditazione guidata. Esegui una ricerca nel web ed individua un buon CD che possa aiutarti non solo a rilassarti, ma anche a guarire la tua connessione con la tua anima. Quando ti rilassi e volgi il tuo sguardo dentro te stesso, puoi accedere all'amorevole compassione della tua anime. Un consiglio: scegli un insegnante la cui voce sia piacevole e rilassante.

Immergiti nei tuoi sentimenti. Le tue emozioni ti connettono con la tua anima. Tieni un diario ed esprimi le emozioni represse rimaste a lungo chiuse dentro di te. Quello che giace sotto i tuoi sentimenti repressi sono la tua creatività, passione, intuizione ed immaginazione. Sarà come portare alla luce dei tesori nascosti. Il prezzo che dovrai pagare è la tua volontà di sentire ed esprimere quelle disagevoli emozioni di rabbia, dolore, delusione e paura. Nel farlo, creerai uno spazio più gradevole in cui la tua anima potrà dimorare.

Ogni mattina, chiedi a te stesso; "Cosa posso fare oggi per essere di aiuto a qualcuno?" "Come posso servire il prossimo?" "Come posso sollevare il loro spirito?" Quando offri il tuo aiuto ed il tuo amore incondizionati alimenti e curi la tua propria anima. Essere gentile, amorevole e di sostegno per gli altri sarà la sua ricompensa.

CONDIVISO DA http://it.wikihow.com/Dare-Inizio-alla-Guarigione-dell'anima

giovedì 17 marzo 2016

COME LAVORARE CON L'ARCANGELO MICHELE

Come lavorare con l’Arcangelo Michele

L'arcangelo Michele è uno tra gli arcangeli più conosciuti, noto per essere il più vicino a Dio nostro Creatore. Arcangelo della protezione, della pace, della sicurezza, della chiarezza e dello sviluppo, Michele è l'arcangelo più raccontato nei libri e nei testi religiosi. Ognuno di noi può lavorare con Michele.

Individua un luogo tranquillo e piacevole in cui lavorare. Siediti o sdraiati in posizione comoda.  Assicurati che la tua testa sia supportata correttamente.
Immagina che piccole radici fuoriescano dalle piante dei tuoi piedi. Si infilano nel terreno sottostante, così che i tuoi piedi si possano sentire al sicuro e protetti.
Ora visualizza un cerchio dorato di luce proveniente dal cielo per avvolgere il tuo corpo. Senti di essere circondato da un amorevole cerchio dorato di luce.
Chiama l'Arcangelo Michele accanto a te. Potresti dire per esempio, "Arcangelo Michele lavora con me oggi" o "Arcangelo Michele per favore sii al mio fianco."
Visualizza l'Arcangelo Michele. Immaginalo mentre si muove rapidamente su un raggio di luce dorata, con la sua spada ed una luce blu. Immagina l'Arcangelo Michele che pone la sua "potente luce blu" intorno a te, per proteggerti.
Chiedi all'Arcangelo Michele di darti l'aiuto di cui hai bisogno. Puoi semplicemente immaginarlo mentre, con la sua spada di luce, rimuove o dissolve ogni negatività dalla tua vita. Poi chiedi all'Arcangelo Michele di infonderti la forza ed il coraggio di seguire il tuo sentiero di vita divino.
Visualizza o immagina l'Arcangelo Michele mentre ti invia i suoi angeli celesti per aiutarti. Vedi una luce dorata che scende dal cielo e ti avvolge. Credi che d'ora in poi qualcuno si prenderà cura di te.
Ringrazia. Sii fiducioso e credi che ora la situazione sia sotto controllo. Potresti voler pronunciare le seguenti parole "Sono al sicuro e protetto, ora e per sempre."
Continua a circondarti con la potente luce blu dell'Arcangelo Michele. Fallo per il resto della giornata.
Credi che l'Arcangelo Michele ed il suo gruppo di angeli si stiano occupando di te







CONDIVISO DA http://it.wikihow.com/Lavorare-con-l'Arcangelo-Michele

















mercoledì 16 marzo 2016

IL PADRE NOSTRO CONNY MENDEZ

IL PADRE NOSTRO


Metafisica alla portata di Tutti

IL PADRE NOSTRO

Adesso parleremo della preghiera che unisce tutte le religioni. Essa è chiamata “PADRE NOSTRO” . 
Il Maestro Emmet Fox dice che questa preghiera è una formula concentrata per lo sviluppo spirituale, che fu composta dal Maestro Gesù con la massima attenzione e con il proposito specifico di produrre un radicale cambiamento nell’anima. L’orazione è composta da sette frasi , o clausole.


Prima frase: PADRE NOSTRO CHE SEI NEI CIELI.

Anche il più povero dei padri cerca di fare in modo che i propri figli non soffrano, che non manchi loro nulla e, se il padre è ricco, cura i figli e li aiuta in ragione della sua ricchezza.
Stare in Cielo, è una condizione di perfetta felicità in tutti i sensi. Se il Padre è così felice, così perfetto, così ricco che vive permanentemente “nei cieli”, è logico pensare, oltre ogni possibile dubbio, che abbia assicurato ai suoi figli un’esistenza a prova di qualunque avversità.
E’ questa l’idea contenuta nelle parole “che sei nei Cieli”. Prendila in considerazione, meditala, accettala e USALA in tutte le circostanze della tua vita. Essendo essa una Verità, essa ti renderà libero.
Quando pronunci le parole: “PADRE NOSTRO” stai ammettendo, confessando e affermando che siamo tutti fratelli. Stai pregando per il tuo prossimo e realizzando la Legge dell’Amore. Tutto ciò che segue, nella preghiera, è quindi preceduto da questa premessa: stai chiedendo a nome di tutti noi, tuoi fratelli! Dillo proprio con questa intenzione e... che tu sia benedetto, Fratello!
Il Figlio sarà sempre della stessa natura del padre: non è pensabile che un cavallo possa generare una capra, che un uccellino possa impollinare un’orchidea, che una formica generi un’ape o che un essere umano possa dare vita ad un topo.
Se il Padre è Spirito Divino, dotato di tutti i doni ed i poteri; se vive nello stato di grazia, in virtù del quale tutto ciò che desidera, concepisce, afferma o decreta si manifesta istantaneamente, anche il figlio partecipa del suo sangue, della sua natura, dei suoi doni e dei suoi poteri
Non può essere altrimenti; siamo figli nei Cieli, in uno stato di Grazia e tutto ciò che dobbiamo fare è scoprire il modo di manifestarlo. Io ti sto insegnando proprio a manifestarlo. Tu sei nei Cieli, se lo desideri, e non è che tu debba trasformarti in asceta, in un martire, in un anacoreta: niente affatto. Vivi nel tuo mondo: Te lo ha assegnato il Padre Nostro. Goditi il tuo Cielo, ma ricorda di ringraziarlo e dì una volta al giorno la Prima Frase con tutta l’attenzione e tutta la coscienza di cui sei capace.

Seconda frase: SIA SANTIFICATO IL TUO NOME.

Tu sai già che il Nome di Dio è: “IO SONO”. Lo Spirito lo disse Mosè quando questi glielo domandò. Sai anche che non puoi e che non devi utilizzare questo nome con qualunque altra cosa che non sia la perfezione, perché se dici o se pensi IO SONO seguito da una qualunque affermazione negativa o imperfetta, stai mentendo e il “castigo” sarà che ciò che tu ti sei azzardato ad affermare si manifesterà nella tua persona.
Quando pronunci le quattro parole della seconda frase, esprimi il desiderio che i tuoi fratelli, i tuoi simili e tu stesso possiate conservare il nome di Dio santificato, tale quale esso è. In altre parole, stai già lanciando l’immagine e la vibrazione di un linguaggio purificato da qualunque menzogna, da qualunque infamia, da qualunque falsificazione, errore, malattia e imperfezione. Quando ripeti questa preghiera, ripensa alla verità di questa frase... e che il Padre ti ascolti, Fratello!

Terza frase: VENGA IL TUO REGNO E SIA FATTA LA TUA VOLONTA’ QUI SULLA TERRA COME NEL CIELO.

Come ti ho già detto, la Volontà del Padre, l’intenzione del Padre rispetto ai Suoi figli è perfetta.
La Sua Saggezza, il Suo Amore, la Sua Onnipotenza hanno disposto che sia così, però la Sua Infinita Giustizia ha disposto anche che niente e che nessuno possa interferire fra i Suoi figli ed il desiderio che essi esprimono.
Un Padre così saggio, sa che un bimbo va guidato senza sforzarlo; che dovrà fare l’esperienza di cadere e farsi male, per poter imparare a camminare. Nel Regno dei Cieli il Bambino è sovrano. Nessuno lo costringe: tutti rispettano la sua volontà e il suo desiderio, ma gli danno nello stesso tempo un insegnamento, con immenso amore.
Il bimbo impara presto che i grandi non parlano solamente per disturbarlo ma che, al contrario, parlano per avvertirlo e per salvarlo da una conseguenza spiacevole. Questa è la condizione del Regno. Perciò, quando diciamo: “Venga il tuo Regno”, stiamo chiedendo al Padre di renderci piacevoli le nostre relazioni con i nostri fratelli, i nostri maestri, le nostre guide, i nostri vicini etc... è l’Amore ciò che governa il Regno, ne detta la condotta e ispira la comprensione instancabile. La Volontà del Padre è che i maestri ci insegnino mediante irraggiamento, l’ispirazione diretta del cuore, affinchè la nostra evoluzione possa non subire ritardi e non conoscere ostacoli. La Volontà del Padre, che abbiamo menzionato nella prima frase, è quella che governa nei Cieli e che noi desideriamo vedere governare anche qui sulla Terra, ed è questo ciò che noi torniamo a chiedere in questa terza frase.

Quarta frase: DACCI OGGI IL NOSTRO PANE QUOTIDIANO.

La parola PANE simbolizza  ciò di cui possiamo aver bisogno in questo momento. Si sa che il pane resta fresco solo un giorno. Domani sarà già duro, insipido. E’ per questo che la frase dice: “quotidiano”. Ne abbiamo bisogno oggi. Il Padre ha disposto che tutto ciò di cui abbiamo bisogno si vada manifestando nella misura in cui ne sentiamo la necessità. Questo è già stato tutto previsto, lo dice la frase stessa: “NOSTRO” e “QUOTIDIANO” ... ossia riconosciamo, al tempo stesso, che è NOSTRO, ossia non solo mio oppure tuo, ma di tutti. Con questa stessa frase stiamo chiedendo che venga dato a tutti e ciascuno ciò di cui ha bisogno, al momento giusto.
Non riempirti di paura al pensiero che qualcosa ti arriverà in ritardo, o che non ne avrai a sufficienza, oppure che ti finirà prima del tempo, etc...  Devi solamente affrontare questa apparente necessità recitando questa frase oppure chiedendo, con calma, la tua parte: “Padre, Tu hai già dato ordine affinché io abbia questo. In armonia con tutti, sotto la Grazia e in maniera perfetta, io desidero che ciò sia manifestato: Grazie, Padre, per avermi ascoltato, adesso e sempre”. La prova del fatto che, prima ancora che lo chiedessimo, tutto ci è già stato concesso è la seguente:
certamente hai, oggi, la possibilità di fare fronte a tutti i tuoi impegni di oggi, non è così? Oggi hai già tutto il denaro di cui hai bisogno oggi, no? Ebbene: domani sarà un altro “oggi”. Il prossimo anno sarà, a suo tempo, un altro “Oggi” e la stessa cosa dicasi per la prossima settimana e per il prossimo mese.
Non ti preoccupare, perché il Padre ha detto: “Prima che voi chiamiate Io avrò già ascoltato, e prima che voi abbiate finito di parlare, Io avrò già risposto”.

Quinta frase: PERDONA A NOI STESSI I NOSTRI DEBITI COSI’ COME NOI LI PERDONIAMO AI NOSTRI DEBITORI.

Tutte le mancanze che possiamo commettere consistono sempre in un cattivo uso dell’energia divina che ci viene rifornita a tonnellate ogni minuto, in ogni battito del cuore.
Siamo molto in debito con il Padre perché abbiamo disprezzato la Sua energia, sperperando a volte tonnellate di energia in attacchi di collera e di violenza. Se, istantaneamente, chiediamo perdono al Padre, il danno non sarà così grande ed il “castigo” non si manifesterà, in primo luogo perché “un peccato riconosciuto è un peccato perdonato” e poi perché il Padre ci ha già perdonato comunque. Siamo noi che dobbiamo perdonare noi stessi, e questo lo facciamo quando riconosciamo di avere sbagliato.
Adesso, il punto chiave della frase: nello stesso modo in cui perdoni i tuoi debitori, nello stesso modo nel quale ti comporti verso il tuo prossimo, così puoi sperare che il Padre si comporti verso di te, solamente che non è il Padre, personalmente, che ti rimanda la risposta: sono le Leggi che danno a ciascuno ciò che si merita.
Gesù compose la preghiera con tale maestria che, se chiederemo il perdono per noi senza avere prima perdonato a nostra volta i nostri fratelli, ci si fermerà in gola la preghiera e non potremo continuare fino a quando non saremo andati a sistemare le nostre cose con i nostri fratelli, al più presto.
Se sei di coloro che vedono che tutto è difficile, se riesci a tirare avanti solo a fatica, con lotte gigantesche, non ti venga in mente di dire: “non ho fortuna”, oppure: “la sfortuna ci mette sempre lo zampino”. Bugie!
Ciò che succede è che sei duro con i tuoi fratelli, che c’è qualcuno che non hai perdonato, oppure dai continuamente ad altri la colpa per i tuoi insuccessi.
In primo luogo, perdona tutti. Assumiti l’impegno di dire questa frase tutte le sere, prima di posare la testa sul cuscino: “Io perdono tutte le persone che abbiano bisogno del mio perdono, uomo, donna o bambino. Io perdono me stesso e chiedo perdono al Padre”.  Che la frase sia sincera, senza riserve, assoluta; se resta in te un qualche piccolo risentimento contro qualcosa o qualcuno, esso sarà come un muro tra te e il Padre, un muro fra te e le manifestazioni di pace e di prosperità.
Quando avrai compiuto questo atto di perdono, non ripeterlo assolutamente: sarebbe come riconoscere che il tuo perdono non ha una grande validità. Ogni volta che ti venga in mente, dì sempre: “L’ho già perdonato”.

Seste frase: NON LASCIARCI CADERE IN TENTAZIONE, MA LIBERACI DAL MALE.

Il Padre non ci manda delle tentazioni. La verità di questa frase risiede nel fatto che, quanto maggiore é l’elevazione spirituale che sarai riuscito a raggiungere, tanto più diventerai sensibile e per questo ti aspettano poderose e sottili tentazioni contro le quali devi stare in guardia. La peggiore di tutte è l’orgoglio spirituale, che alza un muro d’acciaio fra l’individuo ed il suo Dio. Contro di essa non vi è altro rimedio che affermare spesso il famoso detto del Maestro Gesù: “IO SONO mansueto e umile di cuore”. Questa ultima parte ti indica che è la richiesta che viene dal cuore quella che ottiene una risposta. Se tu chiedi: “Non lasciarmi sprecare le opportunità di fare il Bene”, vedrai quanto sarai protetto contro tale spreco. Se tu chiedi che non ti si permetta di cadere in quelle tentazioni sottili, sarai esaudito e protetto, come dice chiaramente la Bibbia: “Se il figlio chiede al Padre pane, Egli non gli darà un serpente”.
Dicono che il peggiore dei peccati è quello di cui non siamo consapevoli. Chiedi al Padre che ti mostri quali sono le tue mancanze nascoste. Chiedi al Padre che non ti lasci diventare una vittima di cose come, ad esempio, lavorare per la propria gloria oppure agire guidato da preferenze personali, nel tuo lavoro di aiuto e di servizio verso l’umanità. Chiedi e ti sarà dato. Bussa e ti sarà aperto. Cerca e troverai.
Liberaci dal male. Questa frase non ha bisogno di spiegazione ma, soprattutto, chiedi che ti si permetta di capire quanto sia irreale il cosiddetto “male”. Esso non esiste, dato che l’apparenza di tutti i mali è semplicemente uno stato nel quale domina il polo negativo e che ha solo bisogno del polo positivo per affermarsi come un bene evidente. Non può esistere nulla che non contenga entrambe le polarità. Ciò che sta esprimendo solamente il proprio polo negativo si equilibra e sembra scomparire quando si polarizza verso il positivo...

Settima frase: PERCHE’ TUO E’ IL REGNO, IL POTERE E LA GLORIA.

Saggia e potente affermazione! Con essa ti si obbliga a riconoscere il Padre come Unica Presenza e Unico Potere. Ti si obbliga a dissolvere l’orgoglio spirituale, l’ultima delle mancanze da superare. Un esempio del tremendo castigo che questa mancanza provoca lo ha dato la “caduta” del più glorioso degli angeli, Luzbel, che è diventato Lucifero a causa del suo peccato di orgoglio. Questo dev’essere un’allegoria affinché nessun Maestro nomini un tale personaggio. In ogni modo, l’ultima affermazione del Padre Nostro compie la missione di liberarci dall’ultimo dei pericoli, a condizione di essere recitata con piena intenzione, fervore e sincera devozione.



CONDIVISO DA http://www.purocuorefranoi.com/il_padre_nostro.html

martedì 15 marzo 2016

ABBIAMO A CHE FARE CON I SINTOMI..........GRAZIE EMMET FOX

Marina Marnie Spada
Scrivi un commento...
Dietro ogni problema o difficoltà giace la verità dell'essere. Questo significa che, nonostante
le apparenze, devi credere che la Mente Divina abbia già sanato la situazione e che, in realtà,
non esiste nulla a parte Dio, il bene. Gesù intendeva questo quando diceva che se preghi
con la convinzione di ricevere, poi ricevi realmente. In un'altra occasione disse: "Il padre ha
lavorato fino a qui e ora Io lavoro". Queste frasi di Gesù rendono chiaro il concetto che non
abbiamo a che fare con i sintomi, ma che dobbiamo lavorare oltre le apparenze per elevarci
verso l'amore e la bontà di Dio. Spesso, però, siamo così vicini ai problemi che, parlando
spiritualmente, accettiamo un giorno nuvoloso come se fosse il clima permanente,
dimenticando che il sole dell'amore e del potere divini non ha mai smesso di splendere,
benché fosse stato oscurato per un momento. Nella preghiera o nel trattamento ci
ricordiamo che indipendentemente da quanto la condizione esterna possa essere brutta,
crediamo che Dio abbia già sanato la situazione, che nella Mente Divina ci sia solo il bene e
che, pertanto, solo il bene possa esprimersi alla fine in quelle circostanze. Questa è la base
della preghiera scientifica. Le parole che usi o il testo che leggi dipendono solo da ciò che ti
attrae al momento. La cosa importante da fare consiste nell'elevare la coscienza oltre il
punto dove il problema sembra esistere. Quando avrai eliminato il problema dalla tua mente
e al suo posto ci avrai messo Dio, vedrai presto che il problema sarà scomparso dal mondo
materiale EMMET FOx

domenica 13 marzo 2016

QUI DA NOI TUTTO E' NELLA PACE E NOI CI ACCORGIAMO DEI VOSTRI DESIDERI

Qui da noi tutto è nella pace e noi accogliamo i vostri desideri puri. Avvertiamo il timore che alita sulla vostra Terra, è una vibrazione instabile e la sua manifestazione è farvi sentire non artefici della vostra vita, sottomessi all’altrui volontà. Ma siete voi gli artefici del vostro futuro – che per noi è eterno presente. Voi avete la conoscenza e la capacità di andare avanti nel Cammino. Siete tutti Viandanti che proseguono diretti per la via che vi porta al risveglio personale. Poi quando questo discernimento sarà attuato, la vibrazione attorno a voi cambierà ed anche altri Esseri Umani comprenderanno e verranno dalla vostra parte. E’ il vostro disegno iniziale: quello del Bene. Ci sono stati tanti incidenti di percorso ma voi (una parte di voi che rappresenta l’Umana specie) li avete superati. Ora ci sono altre prove ma con il desiderio di bene andranno superate, non temete mai. Invocate la nostra protezione quando vi sentite stanchi. Quando dico nostra protezione intendo gli Esseri di Luce ed in particolare lo stuolo di Michael che ha questo preciso compito. La sua e la nostra benedizione è per voi ora. Circondatevi di colori gradevoli, brillanti che infondono ottimismo. Usate fragranze piacevoli, leggere che elevano la vibrazione. E soprattutto ringraziate il Divino Disegno perché vi porterà il Bene che vi manca. Non abbiate dubbi ma continuate con fiducia il vostro Cammino.
Pace a voi con amore Emmanuel
(messaggio canalizzato da Cristina il 12.3.2016)



EMMANUEL LA VIA DEL RISVEGLIO CANALIZZATO DA CRISTINA SAMBRES

KRYON/Lee Carroll - mini canalizzazione - 2 giugno 2017

Kryon canalizzato da Lee Carroll yellow1 Yellowstone, Light Conference 2-3-4 giugno 2017 mini del venerdì Tradotta da LAURA TURBINAT...