martedì 28 luglio 2015

IL BASLICO ROSSO UNA PIANTA SACRA PER GLI ORIENTALI

Basilico rosso: una pianta sacra per gli orientali, ricca di effetti benefici per tutti
Tra le tante varietà di basilico, ce n’è una meno nota ma dalle incredibili proprietà: è il basilico rosso, denominato così proprio per le foglie dal curioso colore purpureo.

Il suo aroma ricorda vagamente quello del chiodo di garofano, e possiede un leggero retrogusto piccante. Per questo è molto utilizzato nella cucina indiana, che gli riconosce, tra l’altro, molteplici proprietà benefiche e curative: ricerche scientifiche, effettuate proprio in India, hanno dimostrato che il basilico rosso interviene nel potenziamento del sistema immunitario e nel miglioramento della forza fisica, contrastando la sensazione della fatica nonché della stanchezza mentale. Il Tulsi, come viene denominato nei paesi orientali, di cui è originario, è ritenuto da sempre un rimedio naturale molto apprezzato nella medicina Ayurvedica. È addirittura considerato una pianta sacra, in quanto interviene efficacemente nella cura di diverse malattie. Grazie ad alcuni suoi componenti, quali gli acidi triterpenoici e l’acido ursolico, questa varietà di basilico sarebbe in grado di contrastare l’invecchiamento cellulare della pelle sottoposta a stress da raggi Uva e Uvb. Avrebbe, inoltre, proprietà rigeneranti sulle fibre di collagene, andando a prevenire la comparsa delle rughe. In generale, secondo alcune ricerche, è particolarmente efficace nel contrastare lo stress, possedendo spiccate proprietà “adattogene” che in situazioni di lavoro e fatica intensa rendono fragili e più vulnerabili alle malattie: da ultimo, quindi, vi è la capacità di rafforzare il sistema immunitario. Una pianta dalle molteplici proprietà che si acquista nei vivai e va seminata in primavera, anche in vaso. In cucina, il suo particolare sapore si sposa bene con piatti a base di pesce e crostacei, ma può essere utilizzata, in alternativa al comune basilico verde, per la preparazione di un “pesto curativo”, aggiungendo, come prevede la ricetta originale, pinoli, parmigiano, aglio e naturalmente l’immancabile olio extravergine di oliva.
Giulia Tosti



CONDIVISO DA http://www.7giorni.info/salute-e-benessere/basilico-rosso-una-pianta-sacra-per-gli-orientali-ricca-di-effetti-benefici-per-tutti.html

Nessun commento:

Posta un commento

IO NON HO NESSUN INSEGNAMENTO OSHO

“Io non ho nessun insegnamento. Non sono un insegnante. Non dò nessuna filosofia di vita, né alcuna disciplina, né programmi da seguire.  ...