venerdì 21 agosto 2015

MANUALE DELL'OPERATORE DI LUCE KRYON

Tutto quello che io posso fare è invitarvi a vedere questa luce. Non posso direttamente toccare
il vostro cuore. Non posso far pensare il vostro cervello in modo diverso di come voi volete
che pensi.
E’ un luogo sicuro, questo, sapete? Sì, ci sono gli angeli, dei bellissimi angeli. Non hanno
pelle e non hanno ali, e hanno nomi che si cantano nella luce. Contengono frammenti e parti
di ciò che chiamate il vostro lignaggio. Alcuni di loro rappresentano coloro che avete amato e
che avete perso su questo pianeta. Sono qui. Davvero non lo credete? Vi invito a sentire il
loro profumo. Voi sapete come sono, perché avete trascorso anni con loro. Così conoscete il
loro profumo. Permettete al loro particolare profumo di aleggiare su di voi. Ascoltate le
emozioni dei loro cuori con il vostro. Perché se ciò che vi ho detto oggi è vero, allora voi
camminate con loro ogni giorno in uno spazio interdimensionale. Lo credete?
Lasciate che essi ora vi guardino e dicano: “Ben fatto, figlio mio. Sono orgoglioso di te.” Non
diremmo queste cose se non fosse così. E’ troppo grande per voi? Ebbene, c’è dell’altro.
Continua domani…
E così è.
Kryon


CONDIVISO DA http://www.stazioneceleste.it/kryon.htm#Manuale_dellOperatore_di_Luce

Nessun commento:

Posta un commento

MANGIATE FUOCO E BEVETE LUCE....Omraam Mikhaël Aïvanhov

« È scritto nello Zend-Avesta che quando Zarathustra chiese al dio Ahura Mazda come si nutrisse il primo uomo, il dio gli rispose: «Mangia...