mercoledì 31 dicembre 2014

POSSA IO PERDONARE TUTTI di Paramahansa Yogananda

POSSA IO PERDONARE TUTTI
O Signore di compassione, insegnami a versare lacrime d'amore per tutte le creature. Fa' che le consideri come una parte di me stesso, espressioni diverse del mio Sé.
Poiché giustifico facilmente i miei errori fa che io sia pronto a perdonare le mancanze degli altri. Benedicimi Padre affinchè non infligga critiche spiacevoli ai miei amici; se chiederanno i miei consigli nel tentativo di correggersi, possa io offrire solo i suggerimenti che Tu mi hai ispirato. Con la forza della gentilezza e dell'amore, senza imposizioni, insegnami a condurre a Te coloro che sono incerti e ribelli. Guida la mia intelligenza e le mie facoltà, affinchè io riesca a trasformare le creature dall'indole oscura in luminosi veggenti, che riflettano pienamente i raggi della tua saggezza. Come Tu concedi perfino a chi è stato impiccato per i suoi delitti una nuova opportunità di migliorare in un'altra incarnazione, in cui sia rivestito di un corpo irriconoscibile e viva in un ambiente diverso, così la mia pietà possa estendersi ai peccatori che il mondo ha abbandonato. O Spirito, fa che il calore del mio amore sciolga il gelo dei miei fratelli irrigiditi nell'errore!
Tu aspetti pazientemente di rivelare a tutti gli uomini che sei presente in ciascuno di essi. O Pazienza incomparabile, silenziosa di fronte a un mondo indifferente! Concedimi la tua generosa indulgenza affinchè io non voglia vendicarmi di chi mi ferisce con la sua scortesia.
Fa che io aiuti amorevolmente gli altri ad aiutare se stessi. Insegnami a non condannare la loro ingratitudine, se si oppongono e non mi permettono di servirli. Possa io perdonare, prima dentro di me, poi apertamente, coloro che più mi hanno offeso. Vorrei rispondere all'odio con l'amore, agli aspri rimproveri, con dolci lodi, al male con il bene.
La tua luce divina si nasconde anche nell'uomo dall'animo più oscuro e dissoluto, in attesa di risplendere nelle condizioni adatte: la compagnia di buoni amici e il desiderio ardente di migliorare. Noi ti ringraziamo perché nessuna colpa è imperdonabile, nessun male insuperabile, dato che il mondo della relatività non contiene nulla di assoluto.
Guidami Padre celeste, affinchè io risvegli nei tuoi figli disorientati la coscienza della loro innata purezza, della loro immortalità e della loro origine divina.
da I sussurri dall'eternità
di Paramahansa Yogananda

2 commenti:

PERCHE' LA VITA E' COSI' PIENA DI PROVE?

<Perché la vita è così piena di prove?> Attraverso le prove noi impariamo le lezioni della vita. Le prove non sono fatte per di...