martedì 3 febbraio 2015

I POTERI INSPIEGATI DELLA MENTE UMANA

Ognuno di noi almeno una volta ha indovinato, sentendo squillare il
telefono, chi lo cercava dall’altra parte del filo. E quanti non
conoscono quella sensazione quasi fisica di essere oggetto dello sguardo
di qualcuno? Quante volte un nostro presentimento, si è poi rivelato reale?

Episodi di questo genere sono all’ordine del giorno per la maggior parte
delle persone e possono essere ricondotti a fenomeni come la telepatia,
la premonizione o il "sesto senso".

Ne La mente estesa, il famoso biologo Rupert Sheldrake investiga la
natura di questi fenomeni e dimostra come essi non si possano definire
"paranormali" ma siano al contrario parte della nostra natura biologica,
eredità di un lungo processo di evoluzione e adattamento all’ambiente.
Al contrario degli animali l’uomo ha rinnegato e quindi in larga parte
perso queste capacità.

Sheldrake sostiene che la mente non è confinata entro al cervello: essa
si estende attraverso "campi mentali" (simili ai "campi morfici" che
sembrano caratterizzare alcuni processi biologici).
Proprio l’esistenza di questi campi e la loro interazione potrebbe
essere alla base di fenomeni apparentemente inspiegabili come la
telepatia e la premonizione.

L’autore descrive numerosi esperimenti che hanno dimostrato l’esistenza
dei "campi mentali" e propone ai lettori una serie di progetti semplici
da realizzare per investigare questioni di questo tipo come le e-mail
telepatiche, le chiamate silenziose agli animali e la sensazione di
essere osservati.
Numerosi esempi e casi di studio sono tratti dal database di Sheldrake,
che raccoglie migliaia di testimonianze riguardanti storie di
"percezioni apparentemente inspiegabili da parte di persone e animali".

I temi trattati nel libro sono vari: dalla "telepatia per telefono" a
quella degli animali, al legame psichico tra madre e figlio.
Un capitolo in particolare approfondisce il tema del "potere dello
sguardo" discutendo l’interpretazione data dalle diverse culture al
"malocchio".
Un altro capitolo riporta una serie di testimonianze di visioni e sogni,
legati alla premonizione dei tragici eventi dell’11 settembre.

Il libro di Sheldrake si differenzia da altri resoconti sulle capacità
inspiegabili della mente umana in quanto si fonda sulla biologia e sul
comportamento animale, e tratta la telepatia e le altre capacità
inspiegabili come aspetti della nostra natura biologica e animale.

L’esplorazione di queste capacità può portare a comprendere qualcosa in
più sulla natura della mente umana e sull’invisibile legame che ci
collega gli uni con gli altri e con il mondo.

Rupert Shedrake vive a Londra, è biologo e autore di numerosi saggi
scientifici e alcuni libri. Ha studiato scienze naturali a Cambridge,
dove ha conseguito un dottorato in biochimica ed è stato membro del
Claire College e ricercatore presso la Royal Society. Inoltre, ha
studiato filosofia ad Harvard e ha collaborato con numerosi quotidiani e
riviste inglesi
ARTICOLO TRATTO DA 
http://it.discussioni.misteri.narkive.com/pg5eatGU/i-poteri-inspiegati-della-mente-umana

Antonio Bruno
http://www.spreaker.com/user/chrysagon
http://redphoenix.beepworld.it/

Nessun commento:

Posta un commento

SOLO GLI UOMINI DI BUONA VOLONTA'.....

Cari fratelli, siamo in un periodo in cui la tristezza e l'ansia hanno preso il sopravvento sulla vita dell'essere umano....