domenica 13 agosto 2017

IL SENSO DELLA SOLITUDINE Aïvanhov

« Il senso di solitudine è una delle più grandi sofferenze che gli esseri umani possano provare.

Ciascuno ha bisogno di trovare colui o colei con cui poter condividere i propri pensieri, le proprie emozioni e le proprie aspirazioni, un essere con il quale avere scambi armoniosi ogni giorno.

 Questo essere ideale ovviamente è difficile da trovare, e in quanti libri si è espresso il dolore, l’angoscia e il senso di abbandono provati da uomini e donne che non riuscivano a trovare quella che alcuni hanno chiamato “l’anima gemella”!


Ma la verità è che l’anima umana non può essere colmata definitivamente e completamente se non da Dio. Colui che ogni giorno vuole sentire che non è solo, che è circondato da esseri che lo amano e lo comprendono, e che lui stesso è colmo di un’immensa presenza fatta di gioia e di luce, deve unirsi a Dio in quelle sue manifestazioni che sono la saggezza, l’amore e la verità, poiché Dio è amore, saggezza e verità. Per chi mette l’amore nel proprio cuore, la saggezza nel proprio intelletto e la verità nella propria volontà, la solitudine non esiste.  »

Omraam Mikhaël Aïvanhov



EDIZIONI PROSVETA

Nessun commento:

Posta un commento

LA PAURA ALTERA IL DNA

L'uomo, con le sue paure, si è già auto-manipolato geneticamente. La vera manipolazione genetica nell’uomo è attuata da paure e t...