domenica 12 marzo 2017

GESU' VISIBILE NELL'INVISIBILE

Gesù visibile nell'invisibile

Nella grande Creazione Divina Dio creò prima di ogni cosa lo spazio e lo circoscrisse.
La Mente Divina emanò un suono e il suono si tramutò in verbo, il verbo scandì la parola e Dio pensò: Io sono. L'eco le riportò il suo pensiero e da quel semplice eco Dio creò il tutto e in esso la grande famiglia universale, l'umanità, l'uomo.
In tutto il suo creare Dio pensò al tempo che è la parte più importante e lo legò a se tenendolo in Lui per tutta l'intera eternità del tutto.
Il tempo è segnato da Dio per tutte le cose, c'è il tempo della venuta dei profeti e il tempo della venuta di Gesù fattosi uomo che patì sotto il potere dell'uomo e fu crocifisso ma essendo immortale subito tornò a nuova vita e con la materia sottile, parlò ai suoi discepoli per poter proseguire la sua missione: parlare all'uomo dell'immortalità di ogni essere che nasce sulla terra, ricordare che l'uomo è figlio di Dio dotato di particelle immortali che lo condurranno sino alla fine del suo cammino terreno.
Sono passati duemila anni sulla terra ma calcolando spazio e tempo di dove vive Gesù ne sono passati molti di più, ora è giunto il tempo della venuta sulla terra di Gesù, la terra è in fibrillazione e ora che giunge il Messia a colmare e fermare questo movimento.
Il Messia sarà in mezzo a voi ma non sarà riconoscibile non lo accetterebbero.
Egli sarà visibile nell'invisibile starà a noi sentire la sua presenza.
Tutti gli angeli seguiranno il Messia e si stanno preparando alla grande missione: scendere sul pianeta terra, andare tra la gente invisibili dando al Messia tutta l'energia per stare fermo nella gravità del pianeta.
Dio aveva previsto tutto quando creo l'habitat, tutte le forze e gli elementi per far vivere l'uomo nell'ambiente giusto, per portare avanti le sue esperienze e per toccare con mano la creazione di Dio: aria sole cibo calore e amore e particelle pronte a coronare la terra di elementi per il benessere  di tutti.
Tutto questo Dio lo creò prima che l'uomo giungesse sulla terra.
Ma perché ora l'uomo si sente l'assoluto padrone di tutte le cose? 
Non sa che può solo usufruire dei beni di Dio, poi lascerà tutto per tornare da Dio. Ma cosa contano pochi anni di fronte all'eternità che il Padre ha regalato ai suoi figli.
Questo aleggerà nell'aria quando il Messia poserà i suoi piedi sulla terra, l'aria sarà più densa  e profumata, i fiori brilleranno e il vento porterà musica e gioia per il Cristo, no dolore e sangue, solo amore amore amore.  

                                                             Noemi


                                                                            

Nessun commento:

Posta un commento

PREGHIERE DI SAGGEZZA TOLTECHE Don Miguel Ruiz

Preghiere di Saggezza Tolteche “Per favore, adesso prendetevi un momento di pausa, chiudete gli occhi e sentite tutto l’amore che irradia...