venerdì 18 settembre 2015

KRYON GLI ATTRIBUTI DELLA VECCHIA ANIMA

Kryon: Gli attributi della vecchia anima
In questo preciso istante, ci sarà qualcuno che si chiede: «Io sono una vecchia anima?» Prima che rispondiate, voglio parlarvi di alcuni parametri della vecchia anima su cui riflettere. Ma, prima di farlo, voglio dirvi qualcos’altro. Io vedo la dolcezza, la bellezza e la finalità del vostro essere qui. Io provengo dall’altra parte del velo, in cui non esiste il tempo e la percezione della realtà è molto diversa da qui. Nel luogo in cui io sono, se luogo vogliamo definirlo, c’è il riconoscimento di tutto ciò che siete. Noi vediamo le frustrazioni della vita che state vivendo e, contemporaneamente, la bellezza delle vite che avete vissuto prima. Abbiamo visto quello che avete passato e quello per cui pensate di essere qui. Noi vediamo tutto insieme nella sua grandiosità, eppure, voi ancora vi domandate: «Io sono una vecchia anima?» Per noi è già sorprendente il fatto che voi, mentre siete qui, vi poniate questa domanda.
Miei cari, c’è così tanto che vorrei farvi sentire che non riesco nemmeno a parlarne. Voglio che questo messaggio risuoni di verità, affinché sappiate chi siete. Voglio iniziare un viaggio che vi aiuti a confermare ciò che, a un certo livello, sapete già. Siete vecchie anime. Voglio fare una dichiarazione: io so chi c’è qui e tutti quelli che stanno ascoltando la mia voce, in questo momento, in questa sala, sono vecchie anime – tutti quanti voi, singolarmente.
C’è molta varietà fra di voi, per quanto riguarda la quantità di tempo che ciascuno di voi ha trascorso sul pianeta. Pensate a ciò che avete sperimentato, alle varie culture in cui siete stati, alle battaglie che avete affrontato e ai motivi per cui siete venuti. Voglio dirvi che l’esperienza di questo gruppo è straordinaria e non è quello che pensate. Voi pensate in modo lineare e credete semplicemente di vivere un certo numero di vite, come diversi tipi di Umani. Invece, noi vediamo le vostre vite come catalizzatori per la Terra.
Noi definiamo una vita come “un’esperienza” o “un’espressione” di un’anima sulla Terra. Cosa pensate di un’anima che viene qui per tre mesi e poi se ne va? Potreste pensare che qualcosa non vada, che sia la tragedia di perdere un figlio. Ma, in realtà, è una cosa che viene fatta con un accordo precedente con le anime dei genitori. Serve a fare in modo che venga appresa o impartita una lezione o che al genitore venga data un’opportunità di diventare spirituale attraverso il dolore. Quindi, questo rappresenta una vita che è profonda grazie ai suoi potenziali, ma che dura solo tre mesi! Spesso, questa esperienza di vita viene data solo da una vecchia anima. Avreste mai pensato di poter fare qualcosa del genere? È così fondamentale e così profondo e significativo! Forse, una madre si è risvegliata spiritualmente e si è fatta delle domande sulla sua vita, a causa di quello che avete fatto e che avevate pattuito e voi arrivate e ve ne andate nel giro di tre mesi.
E che dite di chi viene su questa terra per vivere solo fino a 19 anni e finire ucciso sul campo di battaglia con una coltellata? Potreste dire: «A chi giova? È una vita sprecata». Vorrei dirti, caro Essere Umano, che ogni respiro che fai, come vecchia anima su questo pianeta, è significativo, è misurabile, viene registrato ed è bellissimo. Alcuni di voi sono stati sul campo di battaglia nel ruolo di caduti, mentre altri ci sono stati nel ruolo di vincitori. Questa è esperienza ed è tutto ciò di cui necessita la vecchia anima, in questo momento del tempo. Che giovamento porta? Forse, un giorno, lo ricorderete abbastanza bene da avere il potere di affermare: «Non ci saranno mai più campi di battaglia!» La vostra saggezza si renderà conto che non importa che siate il vincitore o il vinto, perché entrambi rappresentano un’energia bassa e inadeguata per una nuova terra. La guerra non è accettabile! Soltanto una vecchia anima può saperlo, grazie all’esperienza.
Voglio descrivervi le caratteristiche della vecchia anima, lentamente, e vi chiederò di essere introspettivi. In altri termini, voglio che analizziate queste cose a livello personale. Non mentite a voi stessi. Non entrate nella negazione. Voglio che stiate lì e vi concentriate su questo, ora. Sono le vostre caratteristiche?
Uno – Il primo motivo per cui sapete di essere una vecchia anima è che state ascoltando queste parole! Le persone che riempiono questa sala non sono qui per semplice curiosità. Il livello di apprendimento rappresentato qui, in questo tipo di energia, attira solo vecchie anime.
Siete voluti venire? La maggior parte dice di sì, ma alcuni di voi sono stati trascinati qui da qualcuno che voleva vedessero che cosa succede. Io vi dico che questa è sincronicità, non è un caso. Persino quelli che non erano stati scelti per venire qui, ma ci sono grazie ad altri, sono vecchie anime. Questo vale anche per chi è in ascolto, magari per la prima volta. Non è un caso!
Il primo motivo per cui sapete di essere una vecchia anima, è che siete qui. Miei cari, che cosa sentite o pensate, mentre parliamo? Sentite Kryon, o pensate alla cena che farete dopo? Siate onesti. Le vecchie anime sono curiose! Quando si tratta di questa energia, vengono attirate come falene verso una fiamma. Vecchia anima, tu riconosci il motivo per cui sei qui e, a qualche livello, vuoi di più. Sei una spugna per le informazioni e non per curiosità, ma perché le informazioni stanno iniziando a risuonare con la verità dell’epoca. Questo è il numero uno.
Due – Alcuni di voi iniziano ad avere quelle che chiamerò profonde esperienze di ricordo. Voi le avete definite dejà-vu, frase secondo cui potreste pensare che avete già sperimentato quell’energia in precedenza: «Ho l’impressione di ricordare, però non riesco a ricordare se è successo oppure no.» Ad alcuni di voi succede sempre più spesso. Forse incontrate una persona, poi ve ne andate e, a qualche livello,  siete convinti di averla già conosciuta? Più tardi, vi rendete conto che non l’avevate mai incontrata. Forse andate a una riunione e incontrate qualcuno che vi sembra amichevole e molto familiare, come fosse un parente, eppure, non l’avevate mai visto. In qualche modo, vi rendete conto che dev’essere un vecchio amico e che state riaccendendo un’amicizia profonda con la famiglia akashica. Magari, avete incontrato una madre o una figlia di una vita precedente? Gli uomini incontrano vecchi compagni d’armi con cui sentono un’affinità e li chiamano “amici” o “compagni”, o quel che è, per segnalare verbalmente di voler stare in loro compagnia. Ed è anche più di questo.
Alcuni di voi avvertiranno una similarità di coscienza con altri, ma è più di questo. State iniziando a ricordare cose, un’energia che chiamerò risveglio akashico. Sempre più persone, tra voi, vengono a trovarsi in situazioni che sembrano familiari, e vedono volti che pensano di conoscere, eppure in questa vita è la prima volta! Al mio partner succede quando si reca in paesi e culture in cui non era mia andato e là incontra dei fratelli e delle sorelle. È difficile per lui andarsene. Molti non parlano nemmeno la sua lingua e comunicano soltanto tramite gli interpreti, eppure lui li guarda negli occhi e sa che sono della famiglia. Per quanto vaste, le sue esperienze in giro per il pianeta sono con quelli che lui conosce. Si incontra con la famiglia.
Questo è un segno che si è una vecchia anima e ad alcuni di voi succede di continuo. Inoltre, quanti di voi vedono regolarmente 11:11 sull’orologio? È una sincronicità il vederlo per caso. Vedete queste combinazioni di numeri troppo spesso per essere un caso? Sapete che è un sistema di trasmissione per le vecchie anime, così che sappiano di essere vecchie anime? Ecco che cos’è. È un sistema di comunicazione, un sistema dell’amore, che dice: «Noi sappiamo chi sei, vecchia anima!»
Tre – Forse, sei una donna che non ha mai avuto figli, eppure a qualche livello li hai avuti! Lo sai e lo senti. Forse, non hai mai avuto figli e decidi che non ne avrai! Non ne hai bisogno, perché senti di aver avuto più e più figli e ora è il momento di una pausa. Ma tu sai com’è, vero? Lo sai davvero, vecchia anima. Sei stata qui abbastanza volte da far risuonare la tua Akasha con la profonda qualità dell’essere madre. È lo stesso per gli uomini. Un uomo che è gentile per natura e che non farebbe mai del male a un altro Essere Umano, può sapere, a livello intuitivo, di essere stato un guerriero. Egli sente, o forse addirittura sogna, di aver infilzato un altro Umano con la spada, qualche volta, e sa come ci si sente a prendere una vita. Ora, se sei quell’uomo e mi stai ascoltando, ti sfido a venire là con me, con la mente. Lo sentirai e saprai di aver compiuto delle azioni deprecabili. Risuona nella tua Akasha e fa parte della tua struttura cellulare. Per quanto tu sia gentile, o rispettoso, questa volta sai di avere un guerriero dentro di te.
Ora, se vogliamo davvero andare sull’esoterico, sentite qua. Donne tra il pubblico, anche voi sapete di avere un guerriero dentro e lo sentite. Siete state sui campi di battaglia della Terra e lo sapete. Anche se non rispondete al fatto di essere uomini, potete rispondere all’energia dell’essere nel dramma della battaglia. Voi sapete come ci si sente a sopravvivere, oppure no, sul campo di battaglia. C’è talmente tanta storia che parla di battaglie vinte e perse, da significare che tutti voi, qui in sala, avete partecipato di sicuro a molte di esse. Qualche volta siete morti per il vostro Dio, e qualche volta siete morti per niente, ma tutti avete vissuto l’esperienza di sapere come fosse arrivare, andarsene in fretta e affrontare una morte drammatica. Uomini e donne avete in voi l’energia di quel passato ed essa vi influenza nella volta successiva; voi potete decidere se desiderate rifarlo oppure no. In un’energia più vecchia, molti di voi hanno deciso di farlo più volte e sono nate famiglie di uomini e donne militari. Altri si risvegliano alla sensazione di aver finito. Alcuni uomini stanchi delle battaglie diventano madri [sorriso di Kryon].
Quattro – Sono così tanti i segnali dell’essere un’anima vecchia, che, forse, non ne siete consapevoli. Qualcuno si nasconde. Eccone uno che vorrei esaminare nella vostra mente, mentre siete qui: siete ingenui o saggi? Ora, riconosco che una persona ingenua non andrebbe mai a pensare di essere una persona ingenua. Sto parlando di saggezza indipendente dalla vostra età. Possedete una saggezza indipendente dai vostri anni? La risposta è sì, in ogni caso. Lo sapete, e ve ne state seduti lì, in tutta onestà, con il vostro corpo, con la vostra coscienza, e lo sapete. Ci sono dei giovani qui che lo sentono in modo profondo – saggezza che va oltre gli anni. Com’è possibile? Come si fa a descrivere che sensazione dà? Miei cari, vi ho appena fornito una delle chiavi per sapere che siete una vecchia anima e so anche che voi non ne parlate mai con nessuno.
Come potreste mai dire una cosa del genere a qualcuno, senza che questi creda che il vostro ego sia fuori controllo? Se dite: «Sono più saggio di tutte le persone che ho accanto», la gente se ne chiederà il motivo e, forse, non vorrà più starvi accanto. Ma, onestamente, detto tra noi, non è così che vi sentite? Mio caro, questo è un segreto che avete tutti ed è in comune con tutto il gruppo. Vi riunite con loro e vi rendete conto di aver trovato una famiglia saggia. La vostra saggezza deriva dall’esperienza. L’avete pagata, miei cari. Ecco come fate a sapere di essere una vecchia anima.
Cinque – Ora, la prossima è difficile da trattare e ne abbiamo già parlato diverse volte, nelle ultime canalizzazioni. C’è una cosa che l’Akasha crea nella vostra personalità. Vivere una vita dopo l’altra, in un’energia vecchia, crea problemi di autostima. Per eoni, avete combattuto contro un’energia vecchia e non vi è andata bene. L’energia vecchia era sempre al comando e per voi si trattava sempre di nascondervi o di combatterla. Molti di voi sono morti a causa sua. Le cose non sono mai veramente migliorate, nel corso della storia. Avete trascorso vita dopo vita in queste condizioni, sempre sconfitti, fino ad ora.
Ora, vi risvegliate in un tempo, su questo pianeta, profetizzato dagli Antichi. È profondo e ha il potenziale del cambiamento e le profezie si stanno realizzando. L’energia  è finalmente dalla vostra parte ed è di questo che stiamo parlando da qualche anno. Tuttavia, a causa di questa battaglia contro la vecchia energia, qual è il vostro atteggiamento? La completa mancanza di autostima. Non vi chiederò di alzare la mano per darmene conferma, perché la maggior parte di voi lo sente. Esaminate la vostra anima, in questo momento, e saprete che ho ragione. Forse all’esterno siete assertivi e vi mostrate forti agli altri, ma, quando siete soli, vi domandate chi siete. Vi domandate se ce la farete, vi domandate se avete ragione. Questa è la vecchia anima.
La vostra esperienza nel corso della storia ha fatto sì che andaste a esaminare la vostra mente, per vedere se siete degni di essere qui, in questa nuova energia. La vostra logica soppesa tutto questo e, spesso, si ritrova con questo risultato: «Forse non sono degno di essere qui», oppure «Succederà di nuovo?» oppure «Sono troppo stanco!» È questo che pensate, vero? La mancanza di autostima è la caratteristica della vecchia anima. È del tutto comprensibile. Quante volte perderete la stessa gara, prima di non voler più partecipare? Ma la gara è cambiata.
L’energia del pianeta sta iniziando a cambiare e l’equilibrio di coscienza tra luce e buio si sta modificando parecchio. Man mano che imparate chi siete, perché siete qui e perché vi sentite come vi sentite, comincerà ad avere un senso. Non c’è niente di meglio che scoprire la verità, perché risolve il passato. Scoprire la verità sul passato pone anche il futuro in prospettiva e iniziate ad avere l’autostima che meritate.
Le battaglie del buio e della vecchia energia sono tutt’intorno a voi e vedete che vengono combattute dalla società in modi del tutto diversi. C’è la sensazione generale che gli Esseri Umani, collettivamente, desiderino l’uguaglianza, una vita confortevole, giustizia, una buona qualità di vita e l’integrità dei capi di governo, ovunque. Questa è la battaglia principale oggi – il cambio della guardia dal fare le cose sempre alla solita maniera, al fare qualcosa che l’umanità non ha mai visto prima.
Sei – Scoprire lo scopo. La vecchia anima ha così tanta esperienza e c’è così tanta storia, che molte si guardano intorno e domandano: «Qual è il mio scopo?» Spesso, si rivolgono ad altri per farsi dire quale sia. Magari vanno a degli incontri in cui sono sicuri di sapere quale sia, ma, nel profondo, non ne hanno idea. Chiedono: «Qual è il mio scopo? Che cosa ci faccio qui?» Questo perché l’energia è diversa.
Come vecchia anima, voi ponete queste domande esoteriche, perché alcuni, se non tutti, a qualche livello non si sentono realizzati da ciò che fanno. Pensano che non sia abbastanza o che le cose siano andate diversamente da come pensavano all’inizio. Vecchia anima, le tue domande dimostrano veramente che sei una vecchia anima! In un’energia nuova, imparare di nuovo come muoverti è frustrante e genera confusione! Perché, per quante volte tu abbia già vissuto prima, non hai mai vissuto in questa energia.
Questa, per te, è un’energia nuova e, quindi, ti senti un po’ persa o, magari, lo scopo della tua vita non è chiaro, perché la nuova energia non ti dà lo stesso riscontro di quella vecchia. Non riesci a capirlo, perché non riesci a fidarti di quello che senti. Allora tu domandi: «Sto andando bene? C’è qualcosa che potrei fare meglio, o più spesso?»
Lo ripeto. Vecchia anima, man mano che inizi a cambiare te stessa e le vecchie modalità, il tuo potere inizia veramente a vedersi. Inizi a renderti conto non soltanto di chi sei, ma anche del fatto che meriti di essere qui. Sei venuta qui con così tanta esperienza, che inizi ad attingere ad essa a livello akashico. Magari, non ti rendi nemmeno conto di farlo, ma è così. L’intuizione aumenta e cominci ad avere consigli per la tua stessa vita. Ricevi le sincronicità su dove andare e su cosa fare, tutte basate sul fatto che, oggi, sei una vecchia anima.
Chi sta arrivando ora sul pianeta, miei cari, si guarda semplicemente intorno e impara come funzionano le cose. Sopravvive e basta. Non ha ancora gli strumenti dell’esperienza che avete voi. Li avrà, ma per ora sta solo cercando di capire. Tuttavia, voi sapete di cosa si tratta e avete la saggezza del ricordo. State cominciando a risolvere i problemi dell’umanità e, qualche tempo fa, vi dicemmo quale fosse lo scopo della vostra vita. Vi dicemmo di rilassarvi e, semplicemente di “essere qui”. Vi dicemmo che non importa quello che fate e che il vostro operato non è tanto importante quanto la vostra presenza. Questo è un concetto che non si accorda con quello che vi hanno insegnato i vostri genitori.
Ascoltate: non importa quello che fate! La vostra luce aiuta questo pianeta, non il vostro lavoro. La vostra ricerca di chi siete aiuta questo pianeta. Starvene seduti su queste sedie, oggi, aiuta questo pianeta! La Griglia Cristallina ricorda quello che fate e l’energia creata dalla vostra ricerca cosciente durerà per generazioni. Stando qui come anima piena di esperienza, voi immettete la vostra esperienza di saggezza nelle griglie di questo pianeta, l’energia della maturità delle vostre vite. Ecco che cosa state facendo in questo momento.
Questa particolare nuova energia sul pianeta, adesso, è come una spugna che assorbe la vostra esperienza e il vostro potere akashico, così che le prossime generazioni abbiano quello che voi avete imparato come vecchie anime. C’è un sistema, qui, che va molto oltre ciò che pensate. Letteralmente, mentre state lì a disperarvi sul fatto che meritiate di essere qui e su quale sia lo scopo della vostra vita, questo pianeta assorbe tutto quello che avete fatto e, grazie ad esso, matura. È questo il sistema di cui la vecchia anima deve essere a conoscenza.
Rilassatevi e siate. Sappiate che siete qui di proposito. Rilassatevi e lasciate che la sincronicità vi spinga nella prossima area, che sarà benevola e bellissima per voi, se lo consentirete. Avete vissuto così tante vite in cui avete sofferto, che è facile per voi pensare che siete qui per soffrire di nuovo. Non è così! Genitori, portereste i vostri figli in questo mondo, apposta, perché soffrano con voi? Non ha alcun senso. Non è buon senso spirituale! Dovete cominciare a usare l’intelligenza dello Spirito, che domanderebbe: «Che cosa farei se fossi un Dio amorevole e benevolo?» Poi, a qualche livello, ci sarà una voce interiore che risponde: «Lo sei! Sei una parte dell’intero creato.» Potete rispondere alle vostre domande logiche, se volete, dato che la vostra saggezza vi fa vedere il buon senso che c’è nella mente del Creatore.
Sette – Infine, il numero sette, e magari non ci avreste mai pensato. Miei cari, voi avete qualcosa che sentite profondamente e che è evidente. Tuttavia, credete che ce l’abbiano tutti. Non è vero. In questa energia, la vecchia anima ha la capacità di sentirsi profondamente  amata da Dio, mentre gli altri non ce l’hanno. È una cosa che richiede maturità! Vi ci vogliono vite di esperienza per capire la benevolenza del creatore e come sia percepita dentro, quale sia il suo significato.
Ecco perché è così difficile portare un’anima giovane dall’essere una vittima al sentirsi amata da Dio. Non hanno idea di come ci si senta! Voi sì! Ecco qualcosa che non ho mai detto, riguardo al mio partner, e che dico qui per la prima volta. Nel corso degli anni, egli vi ha raccontato molte volte la storia di Kryon e vi ha spiegato che cosa gli successe la prima volta che sedette su quella sedia e si rivolse a me. Sentì un’emozione! Quello fu il catalizzatore e fu ciò che gli permise di continuare a sedere su quella sedia. Non solo la sentì, gli piacque. A qualche livello, l’ingegnere la riconobbe e seppe di cosa si trattava. Egli era una vecchia anima! Egli è una vecchia anima  ed era pronto a percepire l’amore di Dio. Riconobbe la famiglia e, miei cari, l’anima nuova non lo fa. Essa non capisce la sensazione che provate voi, cioè la maturità di essere amati dal creatore. Lo capirà, ma è necessaria l’esperienza.
Se siete una vecchia anima, lo sentite. Se lo sentite, siete una vecchia anima. Congratulazioni a tutti voi per essere quello che siete. Voi siete quelli che cambieranno il pianeta. In questa sala vi siete riuniti da ogni parte – da così tanti paesi e così tante lingue – e avete tutti una cosa in comune, in questo momento: siete insieme e sentite l’amore di Dio.
Cambierai il pianeta proprio con la tua presenza qui, Operatore di Luce. La Griglia Cristallina assorbe la luce che porti con te, che ti sei guadagnato e che hai portato a tutti noi. Questo sistema è profondo e la nuova energia del pianeta ha bisogno dell’esperienza delle vecchie anime e della loro saggezza, per poter influire su coloro che nasceranno in futuro. Questo sistema è esoterico, difficile da descrivere e profondo. Pensaci. Vivendo qui, oggi, impregni le griglie con la tua conoscenza e la tua saggezza, per le generazioni future.
Come pensate potrà mai fare, l’umanità, a maturare e a evolversi spiritualmente, senza questa conoscenza? La risposta è che non può farlo, a meno che non ci sia un cambiamento e il catalizzatore per quel cambiamento è la vostra esperienza akashica di vecchia anima. Voi siete quelli che la stanno introducendo proprio dentro le griglie del pianeta, semplicemente stando qui e comprendendo tutto questo. Questo e l’apertura delle capsule temporali*, creeranno, lentamente, un pianeta asceso. State piantando i semi del futuro, con la sola vostra presenza in sala e permettendoci di parlare con voi.
Concludo. Che cosa farete con queste informazioni? Voglio che pensiate a queste cose, se potete, se volete. Voglio che pensiate a tutte quante e poniate la domanda: «è possibile che io sia più di quel che credo? È possibile che Dio mi conosca, mentre siedo qui, con tutti i miei problemi terreni e le mie frustrazioni? A  Dio importa davvero di tutte le commissioni che devo fare o dei figli che devo crescere? A Dio importa del fatto che devo compiacere i miei parenti o il mio capo al lavoro? è possibile che Dio mi ami nonostante tutto questo?»
La risposta è sì, sì, sì e sì!
Ecco quanto sei importante, vecchia anima! Congratulazioni. È questo il tuo scopo, semplicemente vivere e sapere che sei amata!
E così è.
Kryon
Fonte: http://www.stazioneceleste.it

4 commenti:

CREA IL TUO ANGELO......

CREA IL TUO ANGELO Si possono invocare o creare Angeli per risolvere i nostri problemi, ma per farlo dobbiamo seguire certi passi ....